Attualita'

Il curioso caso della scuola di Monfacolne

Verona  6 Agosto  – Lo strano caso delle dichiarazione della sindaca leghista Anna Cisint del comune di Monfalcone durante la festa della Lega in Romagna che sono state soggette a critiche profonde e approfondimenti giornalistici.

I fatti stanno così. Nel tentativo di sgonfiare le sue frasi, che hanno fatto tanto rumore, la sindaca leghista insiste nella libertà di scelta dei giovani; esemplificando l’esempio dei suoi figli a cui le avrebbe lasciato libertà di scelta per quel che concerne l’ideologia da scegliere.

Una dittatura costruita da professori di sinistra che irridono gli alunni di idea diversa e sventano “ attacchi “ di altri colleghi di idee divergenti. Questo è lo scenario. La giustificazione, che i consulenti scolastici abbiano segnalato dei casi di professori che irridevano alunni durante le lezioni. Così da realizzare uno sportello per “ snidare “ i professori sinistroidi.

A infuocare la scena politica culturale contemporanea, ci ha pensato questo strano caso di provincia che lascia grandi dubbi sulla capacità di governare e lettura della costituzione da parte di istituzioni di nuova generazione.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa