Politica

Governo, D’Anna (Ala): “Voto Rosseau? Farlocco esperimento di democrazia assembleare. E Pd muto astante”

Roma, 3 Settembre – “Una manciata di soggetti collegati ad un computer dovrebbe decidere se quello che è stato dato per certo e ‘suggerito’ dalla loro rappresentanza parlamentare, sia anche fattibile. Ne consegue che tutte le consultazioni fatte finora dal Presidente della Repubblica, tutta la prassi costituzionale, vengano assoggettate ad un farlocco esperimento di democrazia assembleare chiamato ‘piattaforma Rosseau’.

Un fatto mai visto prima nella storia repubblicana, che se fosse stato applicato per varare un governo di centrodestra, avrebbe scatenato le ire di quanti si definiscono difensori della Magna Carta scatenando, a destra e a manca, accuse di eversione. C’è da chiedersi allora: ma quei parlamentari del M5S che sono andati al Quirinale e lo stesso (neo) premier incaricato Conte, chi rappresentavano se occorreva aspettare gli esiti di un voto sul web per decidere se fare o no, l’accordo con i dem?”.

Se lo chiede l’ex senatore verdiniano di Ala, Vincenzo D’Anna, attuale presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi. “E il Pd? che fa il Pd? Assiste a tutto questo come un muto astante” conclude D’Anna.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa