Politica

Giosy Romano, battaglia legale contro la cattiva applicazione del sistema elettorale Rosatellum

Il sindaco di Brusciano reclama il seggio al Senato della Repubblica nel Collegio Campania 2

 

Napoli, 16 Marzo – Il complesso sistema elettorale Rosatellum ha nelle elezioni dei candidati al proporzionale un autentico tallone di Achille. Ecco perché a due settimane dal voto ci sono ancora seggi in bilico.

Fra i candidati in ascesa in attesa di ricevere quanto tolto dall’assegnazione provvisoria  c’è anche un politico in ascesa della Regione Campania. Il sindaco di Brusciano Giosy Romano, volto nuovo del panorama regionale di Forza Italia, ha cominciato una autentica battaglia legale per vedere riconosciuta la sua elezione al Senato della Repubblica.

“I dati provvisori del Ministero –come riportato dall’Ansa- assegnerebbero al Collegio Campania 3 (Salerno), il seggio spettante a Campania 2 secondo la ripartizione prevista dal decreto del Presidente della Repubblica allegato al Rosatellum. In particolare, a norma di legge, tale seggio spetta, sulla base dei calcoli del proporzionale, al candidato di Forza Italia Avvocato Giosy Romano”.

 Quest’ultimo ha già proposto formale istanza di assegnazione del seggio senatoriale alla Corte d’Appello di Napoli. A sostenerlo nella sua battaglia legale consulenti da tutt’Italia. Oltre ai napoletani professor Orazio Abbamonte e professore Settimio Di Salvo anche i consulenti elettorali della regione Lombardia, gli avvocati Di Pardo, Latessa e Scoppellitti.

L’avvocato Di Pardo è noto per le maggiori battaglie elettorali, fra cui quella che determinò la decadenza di Silvio Berlusconi da Senatore.  

Giosy Romano insiste per vedere riconosciuto il pieno rispetto del dato normativo che riflette il principio di rappresentanza territoriale e dunque per l’assegnazione legittima del seggio senatoriale.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print