Politica

Giornalisti minacciati, De Siano (FI):”Incontro con solo tre cronisti? Pessimo segnale”

Napoli, 23 Novembre – “Perché il premier Conte, che ha messo al centro della sua passerella in Campania il tema della legalità, non ha organizzato in incontro vero, serio, con tutti i giornalisti a vario titolo minacciati dalla camorra? Perché non ha incontrato anche Paolo Siani, Marilena Natale, Giuseppe Crimaldi, Simone Di Meo, Fabio Postiglione, Luciana Esposito, Salvatore Sparavigna, Nino Pannella o Stefano Andreone, per fare qualche esempio?”. Così il senatore Domenico De Siano, coordinatore di Forza Italia in Campania, commentando l’incontro organizzato dal Premier Giuseppe Conte con alcuni giornalisti minacciati dalla camorra.

“In Campania – ricorda De Siano – sono circa una quarantina i giornalisti minacciati e diversi di loro sono sotto protezione o sotto scorta. Il tema è insomma delicato e attiene al valore che si vuole attribuire alla libertà di stampa: affrontarlo superficialmente generando le solite categorie di giornalisti di serie A e di serie B non è un bel segnale”, conclude De Siano.

image_pdfimage_print