Politica

Gianluigi Paragone fuori dal M5S: “Sono stato espulso dal nulla”

Napoli, 3 Gennaio – Anche Gianluigi Paragone fuori dal Movimento: così il Collegio dei Probiviri pentastellati ha sentenziato per il comportamento ostruzionistico adottato dal Senatore, soprattutto per aver votato in difformità alla Legge di Bilancio. La sua astensione nel voto di fiducia al Governo Conte aveva lasciato indubbiamente qualche strascico, come la sua contrarietà all’alleanza con il PD.  Negli ultimi tempi, invece, non ha risparmiato le sue critiche ai vertici del M5S per la mancata restituzione degli importi dovuti dai parlamentari e i continui attacchi a Luigi Di Maio.

A difendere la sua posizione è l’esponente di spicco del M5S Alessandro Di Battista che ha rilasciato un commento sotto il post di un attivista su Facebook, nel quale ha evidenziato con forza la sua amarezza per quanto accaduto: “Gianluigi è infinitamente più grillino di molti che si professano tale. Non c’è mai stata una volta che non fossi d’accordo con lui. Vi esorto a leggere ciò che dice e a trovare differenze con quel che dicevo io nell’ultima campagna elettorale che ho fatto…”. Questo commento non è tardato ad arrivare a Paragone, il quale ha ringraziato l’amico con queste parole: “Ringrazio Alessandro Di Battista per le belle parole che ha usato per me, in mia difesa. Ale rappresenta quell’idea di azione e di intransigenza che mi hanno portato a conoscere il Movimento…

Questo accostamento Di Battista-Paragone aprirebbe uno scenario politico alternativo allo stesso Movimento. Alcune dichiarazioni del giornalista ex grillino, successive alla esclusione ad opera del Collegio composto da Raffaella Andreola, Jacopo Berti e Fabiana Dadone, hanno suscitato non poco imbarazzo all’interno dei pentastellati: “Sono stato espulso dal nulla: quando perdi 2 elettori su 3 ti espelle il nulla. Sono uno dei tanti elettori espulsi dal movimento di Palazzo…”.

A seguito di espulsione dal partito, il senatore Paragone ha presentato una memoria difensiva allo stesso Collegio, ma la stessa documentazione è risultata inidonea ed insufficiente per l’Organo di Controllo. Il quadro politico concernente il M5S, vede attualmente una situazione difficile ed imbarazzante soprattutto a Palazzo Madama, scaturita dalle diverse defezioni ed espulsioni, come quelle dei senatori Ugo Grasso, Francesco Urraro e Stefano Lucidi transitati alla Lega, dei senatori De Falco, De Bonis, Fattori e Nugnes al Gruppo Misto, ed infine la senatrice Vono che a settembre aderì al gruppo dell’Italia Viva.

 

Andrea Montanino



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa