Attualita'

Frana il costone di Cava dell’Isola, abusivismo e sicurezza carente alla base di un problema annoso

Verdi: “Disastro annunciato, sono anni che denunciamo il pericolo dovuto all’inerzia e alla presenza costruzioni di alberghiere abusive che hanno generato una condizione di dissesto geologico”

Ischia, 20 Novembre – “Non siamo sorpresi dalla frana che ha interessato il costone di Cava dell’Isola nelle ultime ore. Il fenomeno franoso non è altro che in disastro annunciato. Sono anni che denunciamo le condizioni di totale insicurezza in cui versa l’area, già interessata da una prima frana nel 2013. A più riprese le autorità ci hanno garantito che fosse tutto a posto, che la situazione era sotto controllo ma evidentemente la verità è ben diversa. Il costone di Cava dell’Isola rappresenta un pericoloso e occorre intervenire quanto prima per metterlo in sicurezza e per fare in modo che chi frequenta la spiaggia non rischi la propria incolumità”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il commissario del Sole che Ride per l’isola d’Ischia Mariarosaria Urraro che, a capo di una delegazione verde, si è recata immediatamente sul posto. “Tra l’altro – proseguono Borrelli e Urraro – la frana si è bloccata a pochi metri da una struttura alberghiera che, manco a dirlo, è in gran parte abusiva. E tra le macerie c’erano resti di piastrelle e di un massetto. I fenomeni di abusivismo, tra cui quelli legati alle strutture ricettive, e l’inerzia da parte degli enti preposti nel garantire la sicurezza del tratto hanno generato una situazione di pericolo che deve essere risolta quanto prima”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa