Politica

Forza Italia Giovani: violazione del regolamento, ingerenze di big nazionali, necessario rinviare Congresso Movimento Giovanile

Roma, 31 ottobre – Rinviare l’annunciato congresso nazionale di Forza Italia Giovani. Lo chiedono Armando Cesaro (vicecoordinatore vicario nazionale Forza Italia Giovani), Federico Menna (coordinatore Forza Italia Giovani per il Sud), Michele Vitiello (coordinatore Forza Italia Giovani Campania), Luigi De Rose (coordinatore Forza Italia Giovani Calabria), Lucia Diele (coordinatrice reggente Forza Italia Giovani Puglia), Juri Gorlandi (coordinatore Forza Italia Giovani Toscana), Francesco Riviello (coordinatore Forza Italia Giovani Basilicata), Pierpaolo Cassoni (coordinatore Forza Italia Giovani Sardegna).

“Non c’è solo e soltanto la violazione del Regolamento determinata dalla mancata pubblicazione entro il 22 ottobre scorso dell’elenco dei delegati al Congresso, senza la quale non è materialmente possibile e immaginabile poter condurre alcuna campagna elettorale”, spiegano gli esponenti di Forza Italia Giovani.

“Purtroppo, – denunciano – c’è ben altro: allo stato mancano infatti le condizioni minime indispensabili a garantire un confronto ed una competizione davvero democratica, vista l’inopportuna ingerenza di esponenti nazionali del partito”. “Condizionamenti – spiegano – che ledono palesemente l’autonomia del nostro movimento”.

“Tenere un congresso nazionale in queste condizioni costituirebbe insomma un insulto a quei valori di libertà e di democrazia che costituiscono i principi cardine del nostro Statuto, secondo quanto voluto dal nostro Presidente Silvio Berlusconi al cui fianco restiamo e resteremo sempre”, concludono.

image_pdfimage_print