Attualita'

Festa della Repubblica, al via le celebrazioni

 

Napoli, 2 Giugno – Il 2 giugno si celebra la Festa della Repubblica in ricordo del referendum che in quello stesso giorno, nel 1947, decretò il passaggio dell’Italia da un sistema politico monarchico a uno repubblicano.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha rivolto il suo saluto a tutti gli italiani per la Festa della Repubblica in occasione del tradizionale concerto che il Capo dello Stato offre al corpo diplomatico accreditato in Italia.

L’Orchestra Giovanile Italiana, diretta dal Maestro Marco Angius, si è esibita nell’esecuzione di Rendering, una delle opere del catalogo di Luciano Berio, composta tra il 1989 ed il 1990 partendo dagli appunti di Schubert per una mai realizzata Decima Sinfonia e della Sinfonia n. 7 op. 92 di Ludwig van Beethoven. Il concerto si è svolto nel Salone dei Corazzieri al Quirinale.

Presenti il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, il Presidente della Camera, Roberto Fico, il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, il Presidente della Corte Costituzionale, Giorgio Lattanzi, il Nunzio Apostolico in Italia, Emil Paul Tscherrig, rappresentanti del Governo, il corpo diplomatico accreditato presso lo Stato Italiano.

La parata, l’inno d’Italia e infine le Frecce Tricolori: il consueto programma del 2 giugno è in corso, al netto di polemiche politiche che anche quest’anno hanno preceduto i festeggiamenti. A differenza di quanto avvenuto lo scorso 25 aprile, il Ministro dell’Interno nonché leader della Lega di Governo Matteo Salvini parteciperà alle celebrazioni della Festa della Repubblica: a ricordarlo, postando una foto sui suoi social proprio con le Frecce Tricolori sullo sfondo, è lo stesso vicepremier con il messaggio «Orgoglioso di poter esercitare il mio ruolo di governo sempre a difesa dell’Italia!».

Lo show nei cieli di Roma sta per “invadere” la curiosità di cittadini e turisti giunti apposta per alzare gli occhi all’insù e vedere lo spettacolo dei jet italiani: nel suo messaggio per il 2 giugno, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricordato – a proposito delle polemiche su cui ancora la politica si divide, pro o contro Salvini – come «soltanto la via della collaborazione e del dialogo permette di superare i contrasti e di promuovere il mutuo interesse nella comunità internazionale».

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print