Politica

EX MONTEFIBRE, A. Cesaro (FI): “Tavolo con i 5 Stelle al Mise? Ha ragione berlusconi, sono i nuovi comunisti”

Napoli, 25 Luglio – “A che titolo il ministro Di Maio convoca al Mise un tavolo istituzionale sulla vertenza ex Montefibre di Acerra invitando, peraltro sulle loro mail private, solo ed esclusivamente due consiglieri regionali del suo partito?”. Così il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania Armando Cesaro commentando la convocazione, prevista per domani, di un Tavolo istituzionale presso il Ministero dello Sviluppo Economico per discutere della vertenza ex Montefibre di Acerra al quale, insieme con i tecnici del ministero e le rappresentanze sindacali sono stati invitati due consiglieri regionali campani del Movimento 5 Stelle.

“Questa convocazione, che andava allargata a tutte le forze politiche e soprattutto a quelle come la nostra che si è utilmente impegnata da anni su questo fronte ottenendo anche la convocazione di un Consiglio regionale monotematico, – prosegue Cesaro -, è un vero e proprio insulto alle più elementari regole della dialettica democratica. E’ un atto di propaganda demagogica che calpesta irresponsabilmente l’impegno politico e istituzionale concreto di tutte le forze politiche”.

“Che i pentastellati, oggi purtroppo al governo, considerino le assemblee elettive poco più di una fastidiosa appendice da eliminare lo avevamo intuito – aggiunge Cesaro – ma mai avremmo immaginato che, nella gestione del potere, si muovessero nella peggiore logica sovietica di staliniana memoria, che pensavamo storicamente archiviata”.

“Ha ragione, come sempre, il Presidente Berlusconi: i 5 stelle sono i nuovi comunisti!”, conclude il Capogruppo regionale campano di Forza Italia.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa