�
Comuni

Disservizi idrici a Scisciano: lavori urgenti della Gori bloccano la città

Scisciano 28 ott. – Secondo quanto stabilito e protocollato al comune di Scisciano, doveva essere una normale giornata di lavoro, finalizzata al miglioramento del servizio idrico quella che la Gori ha programmato con largo anticipo per giovedì 27 ottobre, visto la necessità di eseguire lavori aventi carattere d’urgenza,  con la relativa sospensione dell’acqua “dalle ore 8.00 alle ore 17.00” ( avviso in data 25 ottobre – numero di protocollo 5745)  per quasi tutto il territorio comunale di Scisciano.

Nella serata di ieri si è capito immediatamente che la situazione stava prendendo una brutta piega: l’acqua tardava ad arrivare ben oltre il termine ufficiale delle 17.00. L’intricata matassa è diventata poi sempre più  insostenibile. Appena dopo le 22.00, circola sui social una comunicazione da parte della Gori che propone un aggiornamento circa la sospensione dell’erogazione idrica nel comune di Scisciano: lavori programmati, dalle 8.00 alle 23.59!

La mancanza di acqua per la maggior parte delle zone interessate del comune di Scisciano, nonostante i tempestivi avvisi di aggiornamento della Gori, si protrae invece per tutta la notte fino alla giornata di oggi venerdì 28 ottobre.

Innumerevoli le telefonate di protesta dei cittadini di Scisciano per la grave e incomprensibile oltre che insostenibile situazione venutasi a create a causa del disservizio causato dalla Gori.

Anche l’amministrazione comunale di Scisciano muove i primi passi ufficiali: parte nella tarda mattinata una lettera di protesta del sindaco Edoardo Serpico indirizzata alla Gori Ato 3, ma anche alla Prefettura di Napoli.

Allo stato attuale tutto si avvia verso la normalità dell’erogazione idrica nella zona centrale di Scisciano, dove l’acqua scorre normalmente dai rubinetti dei cittadini. Ancora molto complicata invece è la condizione di disagio dei cittadini delle periferie di Scisciano, in particolare zona Spartimento e zona Cerreto. A quanto sembra tutto dovrà tornare alla normalità non prima delle ore 20.00 di questa sera.

Intanto l’assessore all’Urbanistica Raffaele Ambrosino, prodigatosi per quasi l’intera mattinata affinché il grave disagio potesse risolversi nel più breve tempo possibile, suggerisce alcune indicazioni pratiche, soprattutto per i cittadini ancora senza acqua da oramai quasi due giorni:” Visto che al centro di Scisciano risulta un modesto approvvigionano idrico –  dichiara l’assessore Ambrosino –  l’autobotte di acqua potabile stazionerà, fino a pomeriggio inoltrato, nei pressi della villetta comunale di Spartimento, per la precisione in via Spartimento al civico  n. 63. Pertanto tutti i cittadini potranno, all’occorrenza e a seconda delle necessità, prelevare l’acqua”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print