Magazine

Dalla storia di Gesù agli anni 80, la riscoperta del passato e dei valori è il nucleo di GF Productions

Napoli, 17 Agosto – In un momento difficile per la società, dal punto di vista economico ma anche dei rapporti umani, anche cinema e spettacolo si muovono attivamente per dare il proprio contributo alla riscoperta dei   cosiddetti valori. In particolare lo fa una nuova realtà, la GF Productions, una agenzia cinematografica di stampo associativo, nata dalla volontà imprenditoriale dei due fondatori, Flora Febraro e Davide Guida, che hanno voluto riunire le loro specifiche competenze per puntare su progetti di spettacolo, professionali e nello stesso tempo socialmente utili.

Entrambi i fondatori vivono da anni nella realtà dello spettacolo, principalmente in Campania dove risiedono. Flora Febraro è presentatrice di eventi, attrice, autrice e regista, soprattutto teatrale, organizzatrice di eventi a sfondo sociale. Davide Guida è videomaker, esperto in tecnologie informatiche, comunicatore, sceneggiatore e regista cinematografico. Hanno collaborato con televisioni locali e nazionali, teatri della commedia dell’arte e della prosa, produzioni cinematografiche e televisive, agenzie di moda e spettacolo, grazie alla collaborazione e alla stima da parte di personaggi di rilievo nazionale (Benedetta Valanzano, Emanuela Tittocchia, Lucio Ciotola, Rosario Verde, Marco Lanzuise, Fabio Massa, Antonio Fiorillo, Caterina De Santis, Corrado Taranto, Ciro Giorgio, Lucia Cassini, Francesco Testi, Luciano Medusa, Diego Macario, Giorgio Gori), lavorando innanzitutto separatamente, e ora ritrovandosi a unire le forze e le capacità individuali.

Nei primi mesi del 2018 Flora e Davide hanno già lavorato insieme, ma in diversi progetti prodotti separatamente o da terzi: ultimo fra questi “Vittima della mia libertà”, un lungometraggio sul bullismo e le ideologie giovanili, ideato, scritto e diretto da Davide Guida e che vede protagonista la stessa Flora Febraro nel ruolo, splendidamente riuscito, di una mamma tenace e vicina ai problemi della figlia adolescente in eterna lotta con la scuola, la società, la vita. Il film ha avuto un discreto successo di pubblico grazie a diverse proiezioni pubbliche e la messa in onda sulle TV locali e presto in streaming web.

Pur puntando su progetti di profondo contenuto sociale, la riscoperta del passato è al centro dei loro obiettivi. In primis GF Productions ha varato il marchio “Generazione 80”, in cui pone come principale scopo la riscoperta degli anni 80 nella musica, nel cinema, nella tecnologia. “E’ stato un periodo esplosivo in termini di novità, da tutti i punti di vista dello scibile umano, che hanno dato alla maggior parte dei giovani di allora una energia di tipo diverso che rimane in loro ancora oggi che hanno 40 anni e più” dichiara Davide Guida. “La definirei un’epoca che ci ha regalato tanto sia tecnologicamente che emotivamente. I vari generi musicali: il pop, il soul, la break dance, le serie tv quali i Bradford, la casa nella prateria, i Jefferson, Dallas, fenomeni di grandissimo successo, che hanno accompagnato i momenti vissuti a scuola, in famiglia, con gli amici. Ogni canzone e serie tv di quegli anni ci lega a dei momenti vissuti e sulla base di questa gioia che nasce il nostro gruppo e sarebbe una conquista inimmaginabile poter riportare in vita quelle abitudini, quelle sensazioni, quella cultura musicale e cinematografica che hanno segnato il nostro percorso di vita.” aggiunge Flora Febraro forte sostenitrice della musica new-wave e eurodance degli anni 80. Il progetto musicale “I’m not scared”, videoclip creato da Generazione 80 e coadiuvato da un nutrito gruppo di collaboratori di ogni età, è stato il primo input, mirato non tanto a evidenziare la nuova interpretazione della canzone in sé (è un omaggio agli Eighth Wonder, gruppo popdance in auge alla metà degli anni 80) ma concentrando la attenzione sul suo contenuto e sul testo nonché sulle tecnologie utilizzate per la realizzazione e sulla oculata scelta delle ambientazioni.

Con la ripresa dei lavori settembrina, nuovi progetti verranno messi in atto dalla GF Productions. Si continuerà con un progetto già iniziato prima dell’estate, “Il ritorno di Flora il Generale”, temi sociali di forte impatto incrociati in un film a episodi, utilizzando alcune figure di un popolare cartone animato giapponese degli anni 80. Si uniranno effetti speciali e situazioni sceniche originali sotto forma di un “social-fantasy” originale per il mercato cinematografico italiano.

Ma ci sta di più. A breve sarà la volta di “Jesus Today”, un progetto cinematografico che unirà i temi scottanti della società moderna con problematiche e situazioni di stampo storico-religioso come la storia di Gesù. In realtà il progetto era stato pensato già alcuni anni fa, in vie e forme diverse da entrambi gli autori che collaboravano con altre produzioni locali, ma le idee erano state tenute in sospeso, perché principalmente era insorta la necessità di dare prorità ad altri progetti in corso d’opera. Ora il progetto è maturo per entrare nella fase di pre-produzione, grazie alla presa in carico di GF Productions, che lo ha rivisto e ampliato, riscrivendolo in parte rispetto alle intenzioni delle produzioni originaria, con lo scopo primario di condurlo verso un livello nazionale e estero. La prima fase è stata la apertura dei casting, finalizzati alla ricerca di attori, figurazioni speciali e comparse di ogni età, compresi bambini dai 5 ai 12 anni. Le prenotazioni per le selezioni possono essere effettuate inviando una e-mail all’indirizzo gieffeproductions@gmail.com inviando un curriculum, due foto e un recapito telefonico possibilmente con whatsapp. Seguirà quanto prima un contatto via e-mail o telefonico da parte della segreteria di produzione della GF Productions, allo scopo effettuare un provino su parte, che verrà esaminato da uno staff di professionisti della recitazione e della regia.

Essendo non solo un’appassionata del genere e quindi un’attenta spettatrice di film dell’epoca, basti pensare che sono praticamente cresciuta con Sandokan, Gesù di Nazareth ed altri importanti colossal, ho sempre osservato più che visto, sentito a livello emozionale e questo ha lasciato in me una forte impronta artistica che già si delineava alla tenera età di 6 anni. Oggi con la GF Productions abbiamo voluto riprendere un mito che ha segnato un’intera generazione il grande Gesù di Nazareth di Zeffirelli, rivisitato in chiave moderna, con lo scopo di capire innanzitutto questa figura religiosa, punto di riferimento cristiano, come si colloca nel mondo moderno. Ci aspettiamo un grandissimo risultato di critica e di pubblico.” dichiara Flora Febraro in merito al progetto.

Già nelle prime settimane di settembre i progetti in opera verranno presentati al pubblico e agli addetti ai lavori (giornalisti, produttori, finanziatori) con eventi e conferenze stampa, e non solo, perché tutto questo e anche altro è in calderone da parte della agenzia di Davide Guida e Flora Febraro, forti della loro esperienza nel settore e della collaborazione di tanti attori, tecnici del settore e professionisti, che con passione e professionalità si stanno aggregando, giorno dopo giorno, alle attività della GF Productions in programmazione.

image_pdfimage_print