Cultura

Cresce sui social l’attesa per “Assalto alla Poesia”: originale idea dello scrittore Franco Arminio

Napoli, 6 Settembre – Il 15 settembre verranno assaltate le librerie? L’appuntamento sta girando su internet, l’idea è che tutti vadano a comprare un libro di poesia lo stesso giorno. Far passare il messaggio che la poesia debba circolare e diffondersi. Un gesto comune, che riporti a scrivere ed ad ascoltare poesie. Una trovata commerciale? Nasce da un’idea di Franco Arminio, poeta, scrittore e regista campano, nato a Bisaccia (Av), come lui stesso ama definirsi “Paesologo”.

L’artista dichiara “Ora io non so chi vuole darmi una mano in questa operazione. Non so se devo chiedere l’appoggio di qualche grande quotidiano. Vorrei intanto partire dalla sensazione che la circolazione della poesia dipende da noi. Se noi compriamo poesia, gli editori stamperanno poesia.”

Il discorso è molto più ampio, voler far circolare la voglia di ritornare alla cultura nel modo “popolare” che appartiene al popolo. In passato le feste si tenevano a stretto giro, dopo la fine del raccolto, bastava poco: canti popolari d’amore e ritmi di antichi strumenti che facevano danzare intorno ad un fuoco.

Oggi molti gruppi culturali e associazioni tentano di uscire dal ritmo frenetico quotidiano, per rendere i rapporti tra le persone più umani e le meravigliose parole poetiche, dai modi gentili e cordiali, potrebbero veramente rendere questo mondo migliore!

image_pdfimage_print

“Sono appassionata di ogni forma d’arte. Dal 2017 mi dedico alla scrittura. Ho scoperto che scrivere racconti mi diverte molto, fino al punto di pubblicare il primo dal titolo ‘ Santa Lucia era lì’. Ritengo che l’arte sia espressione dell’essere umano, e che i colpi di scena rendano la vita più frizzante”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *