Comuni

Cori e Terracina: gemellaggio tra i due centri sociali per anziani

L’accordo è stato intavolato nel paese lepino nel corso del primo incontro tra la delegazione di casa e quella terracinese e verrà suggellato a Terracina nelle prossime settimane. Il rapporto di amicizia prevede scambi socio-culturali e di mutua ospitalità e l’impegno reciproco alla promozione dei rispettivi territori e tipicità.

Cori, 11 Aprile – Nella giornata di mercoledì 10 Aprile, presso la struttura lepina di via Insido, i centri ricreativi “Argento Vivo” di Cori e “Gli Anziani” di Terracina, hanno formalizzato il loro rapporto socio-culturale, di mutua ospitalità e reciproca promozione territoriale, con la prima firma del patto di gemellaggio, che verrà suggellato nelle prossime settimane con un secondo appuntamento ufficiale sul litorale tirrenico. Due realtà, con storia e geografia diverse, ma unite dall’entusiasmo e dall’ottimismo di perseguire insieme una serie di obiettivi e di confrontarsi sui rispettivi progetti.

La delegazione ospite, 60 persone al seguito, guidata dal Presidente del centro sociale terracinese Achille Masci e dal Sindaco del Comune di Terracina Nicola Procaccini, è stata accolta presso centro anziani corese da Enrico Todini, Presidente del Comitato di Gestione e gran parte dei soci, insieme al Sindaco del Comune di Cori Mauro De Lillis, all’Assessore alle Politiche Sociali Chiara Cochi e alla Delegata alle Pari Opportunità Sabrina Pistilli. L’avv. Dario Gianni Mattiacci ha fatto gli onori di casa, accompagnando la rappresentanza in visita alla scoperta della città d’Arte.

L’anziano nella società contemporanea è una risorsa e non un ostacolo.  L’importante è riuscire ad attivarlo in percorsi associazionistici dove possa trovare gratificazione personale, nell’impegno civile e di pubblica utilità. È stato questo il leit motiv dei vari interventi che si sono succeduti, e che si concretizza anche nelle attività realizzate dal centro “Argento Vivo” di Cori: lezioni di ballo – coi maestri Luigi Cerilli e Serena Lucarelli – cene sociali, viaggi, sport, spettacolo – a cura della compagnia teatrale dialettale diretta da Tonino Cicinelli – e tra poco un corso di informatica di base coordinato da Marco De Cave e Antonella Milanini.

Sull’importanza della polivalenza dei centri sociali e della tutela dell’anziano si è soffermato Giuseppe Pascale, Presidente del Coordinamento Provinciale di Latina ANCeSCAO (Associazione Nazionale Centri Sociali, Comitati Anziani e Orti). Per il Sindaco di Cori Mauro De Lillis: “È stato un bel momento di condivisione, un incontro dal valore umano e culturale quello che è stato vissuto. Si è dato vita ad una iniziativa che sa di amicizia, di reciproca conoscenza e di scambi di esperienza.” Omaggio di doni e convivio enogastronomico a base delle rispettive tipicità locali hanno incorniciato la cerimonia (foto di Pasquale Cupiccia).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa