Sports

Chievo Verona-Napoli 0-0: Un Napoli stanco sbatte contro il muro degli scaligeri

Verona, 5 Novembre – Archiviata la sconfitta in Champions League contro la corazzata City, il Napoli si catapulta sul campionato nel tentativo di agguantare la settima vittoria esterna consecutiva di questa stagione e riprendere la corsa scudetto, contro un avversario particolarmente insidioso, il Chievo Verona di mister Maran. Gli azzurri scendono in campo senza l’infortunato Ghoulam, operato a Villa Stuart al legamento crociato. Al suo posto mister Sarri butta nella mischia dal primo minuto Mario Rui, contro le previsioni della vigilia che prevedevano Hysaj a sinistra e l’esordio di Maggio sulla corsia di destra. Ma le sorprese in casa azzurra non finiscono qui: Reina non recupera dai problemi alla schiena, al suo posto c’è Luigi Sepe. Un Napoli stanco e poco preciso, sbatte contro l’inesorabile muro del Chievo Verona: zero a zero è il risultato finale. Perfetta gara di contenimento degli uomini di Maran, bravi a chiudere ogni varco, lasciando agli azzurri solo una sterile e inconcludente gestione del match.

 

LA CRONACA. Inizio gara a mille all’ora per gli azzurri. Ottime le ripartenze palla a terra. Siamo al 6’ e c’è la prima azione pericolosa con una verticalizzazione di Insigne per Hamsik, botta del capitano ma è reattiva la risposta dell’estremo difensore scaligero che devia in angolo. Il Napoli con pazienza fa girare la palla per trovare il varco giusto, totale è il controllo della gara. Al 17’ azione personale di Insigne che riceve dalle retrovie, si accentra e fa partire una scudisciata a giro sulla quale Sorrentino si distende in tuffo e allontana. Il Napoli insiste e mette alle corde il Chievo, al 23’ splendida azione corale e avvolgente. Mertens parte in velocità, assist di prima per Hamsik, posizionato centralmente al limite dell’area scaligera, vede Callejon e lo serve. Lo spagnolo controlla e spara una botta che sfiora il palo alla destra di Sorrentino. Gli uomini di Sarri non riescono a sfondare il muro del Chievo che si difende con grande attenzione. Il primo tempo termina con gli azzurri padroni del match ma incapaci di trovare la zampata vincente per il vantaggio.

Il secondo tempo si apre con lo stesso copione del primo: gli azzurri a comandare il gioco ma attento e preciso il Chievo Verona a chiudere ogni spiraglio, pressano con tutti gli uomini nella metà campo scaligera, ma molti sono gli errori nella fase di costruzione, affiora inevitabile la fatica nelle gambe, dopo il match di Champions. Al 60’ si sveglia il Chievo con un geniale pallonetto da centrocampo di Radovanovic che costringe Sepe – leggermente fuori dei pali – alla deviazione in angolo. Al 70’ una fiammata di Zielinski che prende l’iniziativa dopo aver ricevuto palla e da circa 25metri spara una sberla alta sulla traversa.  Forcing finale dei partenopei, veemente l’arrembaggio alla ricerca del gol-partita. Siamo all’89’ ed è Insigne che sfiora il gol con una velenosa parabola a giro, ma Sorrentino si distende in tuffo e devia, salvando il Chievo. Nei cinque minuti di recupero gli azzurri non riescono a concretizzare un arrembaggio durato novantacinque minuti.

 

Formazioni.

(Verona, Stadio Bentegodi)

 

Chievo (4-3-1-2) – Sorrentino, Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi; De Paoli, Radovanovic, Hetemaj; Castro; Birsa, Inglese. A disposizione: Seculin, Confente, Jaroszynski, Cesar, Bani, Bastien, Tomovic, Rigoni, Garritano, Gaudino, Stepinski, Meggiorini, Pellissier, Pucciarelli. All.: Rolando Maran.

Napoli (4-3-3) – Sepe; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Zielinski,Jorginho, Hamsik; Calleon, Insigne, Mertens. A disposizione: Reina, Rafael,Maggio, Chiriches, Maksimovic, Rog, Diawara Allan, Giaccherini, Ounas. All.: Maurizio Sarri.

Arbitro: Massa di Imperia. Assistenti: Lo Cicero-Fiorito. IV: Minelli. Var: Mariani. A. Var: Martinelli.

Reti:

Sostituzioni: Al 61’ esce Birsa ed entra Meggiorini. Al 65’ esce Mario Rui ed entra Maggio. Al 72’ esce Zielinski ed entra Allan. Al 75’ esce De Paoli ed entra Bastien. Al 78’ esce Callejon ed entra Ounas. Al 84’  esce Inglese ed entra Stepinski.

Ammoniti: Al 34’ Radovanovic ( Ch.). 34’ Mario Rui (N). 80’ Koulabaly.

 

 

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print