Senza categoria

Champions League, Real Madrid-Napoli 3-1. Sarri risponde a ADL:”Le scelte le faccio io!”

Madrid, 15 Febbraio – Il Napoli perde 3-1 in casa del Real Madrid la gara d’andata degli ottavi di Champions League. Inizio da favola per gli azzurri che passano in vantaggio con una pennellata da vero artista del pallone di Lorenzo il Magnifico, una frustata a giro da  fuoriclasse assoluto. Nonostante il tre a uno il Napoli ha il merito di mantenere in bilico il risultato fino alla fine costringendo i campioni d’Europa del Real Madrid a stare sempre in campana.

Ma la classe non è acqua e con il passare dei minuti le individualità delle merengues fanno la differenza. Il Real Madrid cambia la partita negli uno contro uno, troppo ampio il divario tecnico tra le due compagini. I madrileni intensificano l’assalto alla porta azzurra e dopo vari tentativi Benzema, su perfetto cross di Carvajo agguanta il pareggio.

Nella ripresa gli uomini di Zidane annichiliscono il Napoli con un terribile uno-due. Bastano pochi minuti, Ronaldo scende sulla destra mette al centro una dolce pennellata e Kroos fa il 2-1. La mazzata finale arriva subito dopo con Casemiro che si rende protagonista di un gol da cineteca colpendo a volo e indirizzando la sfera nell’angolo basso di un interdetto Reina. Il Napoli non si arrende e con Mertens non sfrutta una clamorosa occasione per accorciare le distanze e mettere in cascina una chance in più per agguantare il passaggio ai quarti, ritenuto quasi impossibile alla vigilia.

 Il Real comunque soffre l’aggressività e il pressing alto degli uomini di Sarri che fino alla fine spendono tutte le energie nel tentativo di avvicinarsi ai campioni d’Europa.

Delusione cocente in casa Napoli, la sconfitta del Bernabeu rischia di provocare una pericolosa frattura tra il presidente De Laurentis e mister Sarri:” “Credo che questa sera  ai ragazzi sia mancato la ‘cazzimma’ napoletana – spiega un deluso De Laurentis ai microfoni di Mediaset –  l’unico che ha dimostrato di averla e’ stato il napoletano Insigne. Gli altri erano come bloccati di fronte a questo mostro sacro che e’ il Real Madrid, che non ha giocato in maniera straordinaria, anche se la nostra inadeguatezza serale poteva portare a un 5-0. Non entro nel merito delle scelte, che spettano a una persona sola, e non mi permetto di dare consigli, posso avere le mie idee ma le tengo per me. Nessuno dice che Milik doveva giocare per Mertens, ma si devono cercare delle alternative, non alla vigilia della Champions ma prima. Qui si vuole evitare troppo la sperimentazione che e’ utile per capire le forze che si hanno a disposizione. C’e’ una compagine di 26 giocatori e non la linea corta che avevamo con Mazzarri. A me non interessa vincere sempre in campionato, le sconfitte sono a volte salutisticamente foriere e ho la possibilita’ di riprendermi nelle partite successive. Mi permettono di capire gli acquisti che ho fatto – conclude De Laurentis –  invece arriveremo a fine campionato senza capire perche’ alcuni non giocano mai”.

La risposta di Sarri arriva puntuale:” L’opinione del presidente è importante – ha commentato il tecnico del Napoli -, ma ogni giorno a Castel Volturno ci sono io e le scelte le faccio io. Preferirei che certi commenti li faccia con me”.Abbiamo sbagliato troppo dal punto di vista tecnico. Ci è mancato il coraggio ma il Real ha fatto la migliore partita negli ultimi tre mesi. Al ritorno proveremo a ribaltarla”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa