Comunicati

Castellammare di Stabia, ricoveri in barella San Leonardo: arriva la risposta sindacale

Castellammare di Stabia, 21 Novembre – Le scriventi  OO.SS. FSI USAE e NURSING UP  seguono  con estrema trepidazione  la vicenda dei ricoveri in  barelle  per i risvolti negativi sull’assistenza e sulle responsabilità professionali  (legate ad un utilizzo smodato di una mezzo in surrogazione del letto e di tutte le unità che tutelano la sicurezza del ricoverato).

                 La barella è solo un mezzo di trasporto e  l’attesa odierna per un ricovero dal PS con delle  tempistiche che  superino intere giornate (in vece delle 4-6 ore necessarie  all’inquadramento ed alla diagnosi ) è inaccettabile .

         Le scriventi  segnalano che vi sono una serie di nodi  che Le Direzioni non hanno ancora affrontato:

  • Da mesi stiamo avendo incontri con la Direzione Strategica per avere delle risposte a tale problematica come si evince dai verbali senza avere un riscontro ad impegni presi
  • La carenza di personale nei Pronto Soccorso (e nei reparti)
  • Carenza per non dire assenza di OSS

Risolvere queste questioni  spostando  la problematica BARELLE  dal Pronto soccorso ai reparti di degenza non serve, o serve  solo a spostare i riflettori mediatici su un problema  gravissimo.

              Nei Pronto soccorso così come  nei reparti il personale non è numericamente  adeguato , non  vi sono gli spazi previsti  (non c’è il campanello, Ossigeno, Monitor, prese di servizio, comodino, armadio , lenzuola cuscino reggi flebo ecc) e gli spazi dovuti alle manovre assistenziali (anche in riferimento alle norme di evacuazione per terremoti o incidenti) e  per le  manovre d’urgenza in caso di arresto cardiaco o respiratorio dei pazienti.

Peraltro nei casi di cadute accidentali le barelle costituiscono un aggravante penalmente rilevante ed oltremodo in casi di incidenti (cadute dalle barelle) le colpe penali in vigilando e/o gli episodi di violenza (sugli operatori ) ricadono solo sul personale in servizio Medici ed infermieri.

              A tal proposito sarebbe interessante per  dette criticità (che determinano dei seri risvolti giuridici di natura penale e civile sull’Azienda e sul personale) richiedere un illuminato parere alla funzione del Risk Managment, , così come è bene chiedere alla direzione sanitaria ed a quella Strategica Aziendale se abbiano redatto il“Documento di Valutazione dei Rischi” o “DVR” che è un obbligo imprescindibile del  Direttore Sanitario  (art.li 17, 28 e 29 D.Lgs 81/08) che nello specifico non ha rilevato, individuato e quantificato i pericoli connessi alle attività svolte  con le correlazioni probabilistiche che ciascun pericolo si tramuti in danno, tenuto conto dell’entità del potenziale dell’elemento “BARELLE”.

            Ci sentiamo di supportare la sommessa  protesta degli operatori (che nasce dalla volontà di tutelare l’incolumita del paziente) e che non possono  passare per  disfattisti  o quelli che non vogliono accettano le innovazioni quando il loro  obiettivo principale è garantire la sicurezza assistenziale che il protocollo sulle BARELLE non  garantisce. L’infermiere  è col paziente e con i familiari che accompagnano un loro caro ma sono ancor di più per  un assistenza sicura…Non quella che ci viene propinata che  in certi momenti e con la stagione influenzale in atto e facilmente prevedibile è peggiore di quella dell’Africa Sud Salariana, o di un campo di battaglia.

In 2 righe il personale  non ci stà ad essere bastonato, umiliato  è a sobbarcarsi delle responsabilità penali e professionali per una sanità sbagliata. Queste OO.SS. nel verbale del 30/11/2017 hanno palesemente preso  le distanze da un  provvedimento sulle BARELLE CHE RITENGONO ERRATO  nelle condizioni attuali.

 

            FSI                                                                                                                                

Cascone – Esposito           

 

 

    NURSINGU UP 

 Esposito – Costagliola

                                                                                                  



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa