Attualita'

Caso TAV: è rottura tra Lega e 5 Stelle

Roma,  7 Agosto  – Bocciata la mozione del Movimento 5 Stelle e promossa la proposta del PD. Cade la maggioranza per la prima volta al governo.

Caso eclatante in questo primo pomeriggio d’agosto. Era nell’aria la crisi, su diversi temi. Solo un giorno fa è stata approvata la legge sulla sicurezza ( bis ) targata Lega con un voto unanime delle forze presenti al governo. Stavolta non è stato così.

Seppur in copione già scritto, quello della votazione di oggi, vedere la luce rossa ( quella del no ) accendersi ai tavoli del governo, quindi dei ministri fa un certo effetto. E’ il segnale di rottura per eccellenza. La votazione ha visto la proposta di abrogazione della Torino Lione bocciata dal Senato. I numeri sono chiari. Quelli favorevoli all’annullamento dell’opera sono stati 110 ( si pensi che i senatori del M5S sono 107 ) contro i 181 che invece promuovevano l’idea del la mozione che ha presentato il PD.

Cadono i numeri in senato, all’avvenire della votazione sul taglio dei parlamentari. Sempre nel caso ci si arrivi a causa di questi equilibri precari. Conte è stato invitato da Zingaretti a salire al colle.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print