Comuni

Caserta, la segretaria confederale Ugl Ornella Petillo chiude la mostra “Rosso Caserta”

Caserta, 25 Novembre – Si è conclusa nel pomeriggio di Sabato 23 Novembre la mostra denominata “Rosso Caserta” allestita dal sindacato Ugl nei locali dalla segreteria territoriale. L’evento, organizzato per sensibilizzare la collettività in tema di violenza sulle donne, ha visto l’esposizione di numerosi simboli e la spontanea partecipazione delle cittadine della provincia. La mostra si apriva con uno specifico reparto nel quale campeggiavano sedie sulle quali erano affissi i nomi e le fotografie di donne uccise, le sedie circondate da veli rossi, lumini accesi, scarpe e borse stavano a significare che quelle donne avrebbero dovuto essere presenti.

Più avanti uno spazio espositivo: fotografie di donne sfigurate, articoli di giornali recanti iniziative parlamentari e sindacali contro il femminicidio, e tante bambole; bambole vestire di rosso, bambole insanguinate, bambole sporche di terreno, e bambole rotte come le sensibilità delle tante donne maltrattate. Un capitolo d’eccellenza è stato rappresentato dalle opere pittoriche delle artiste locali che hanno partecipato alla mostra, si sono vissuti momenti di vera emozione quando Rafaela Russo ha tenuto una lectio magistralis in tema di raffigurazioni artistiche aventi ad oggetto la sensibilità femminile. Per concludere  la proiezione di filmati e servizi televisivi e la declamazione di poesie di Alda Merini. Sapiente la direzione dalla Vice Segretaria della Utl Caserta Marianna Grande, che peraltro ricopre un ruolo nel tavolo nazionale Welfare della Ugl e dalla locale responsabile femminile Laura Ferrante.

Larghissima la partecipazione dei segretari delle categorie che hanno dimostrato sensibilità sul tema; apprezzate le visite del Segretario Nazionale della Ugl Igiene Ambientale Roberto Favoccia e quella della Segretaria Confederale Ornella Petillo, artefice della campagna nazionale ripresa in serata anche dai telegiornali Rai. “Interessante e vera giornata di sindacato confederale – ha commentato la sindacalista – siamo un sindacato che non si sottrae a temi sociali trasversali, che non si limita alle questioni di parte, ma che affronta problematiche più ampie che ricadono su tutte le categorie di lavoro”. Per il segretario Territoriale Ferdinando Palumbo: “Abbiamo vissuto momenti che ricorderemo per sempre, fuori e dentro dal sindacato, è questo un format da esportare in ogni angolo del paese”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa