Comuni

Casamarciano, grandi consensi per l’ultimo appuntamento della I° Edizione Premio Annibale Sersale 2019 [VIDEO]

Casamarciano, 17 Luglio – A Casamarciano, la settimana scorsa, per l’ultimo appuntamento di luglio, 1^ Edizione Premio Annibale Sersale 2019, nella Chiesa di  Santa Maria del Plesco, c’è stato  un duplice evento della rassegna teatrale,  promossa dall’amministrazione comunale diretta dal sindaco Andrea Manzi ,con il consigliere delegato Giovanni Cavaccini e la direzione artistica nella persona  di Pasquale Manfredi.

Il primo momento si è consumato con il laboratorio  teorico/pratico sulla commedia dell’arte con la realizzazione di maschere a cura dell’artista di Assisi, Carlo Dalla Costa. Le maschere che l’attore indossa e fa vivere negli spettacoli sono di cuoio, escono dalle sue mani costruite con abilità artigianale. È il suo modo di fare teatro, con l’uso delle maschere. Mediamente –afferma l’artista di Assisi – impiego quattro giorni per realizzare una maschera. Dietro ogni maschera c’è un personaggio nel carattere, nelle forme, colori e accessori. L’attore ha mantenuto un’atmosfera viva e partecipativa nel pubblico, con la sua professionalità e capacità di suscitare emozioni.

Subito dopo, per il secondo spettacolo si sono esibiti gli artisti della Compagnia

I Trobadores Ensemble di musica antica in Cantigas de Santa Maria :

Carlo Dalla Costa : voce recitante,

Luigi Vestuto:voce ,liuto,arpa e tromba marina,

Matilde Becherini:viella e ribeca,

Riccardo Bernardini:bombarda e flauti,

Asia Martoccia : flauti

Roxana Elena Brunori:salterio e percussioni,

Francesca Austeri:voce e percussioni,

Giordano Farina:voce e liuto”.

I giovani musicisti professionisti fanno parte della Compagnia, nata solo qualche anno  fa, per sperimentare insieme la loro arte, di musicisti e attori con  la consapevolezza di portare sul palcoscenico lo studio della musica antica, quella  medioevale, fino a percorrerla  ai tempi nostri. La loro musica è ricerca di storia e racconti musicati dalle Cantigas de Santa Maria : opera storica e musicale, che trova le basi nel lavoro del sovrano di Castiglia Alfonso x 1221-1284.  La raccolta di musiche, veri racconti di preghiere, se ne contano più di 400, sono i miracoli compiuti dalla Vergine Maria su richieste dei fedeli, alle situazioni importanti, tragedie di famiglia, anche situazioni divertenti. L’ impegno della compagnia è quello di rendere stuzzicante sia il lavoro per sé che per il pubblico, aiutandosi con il mestiere e l’arte del teatro e della commedia.

Sulla scena si vedono gli artisti suonare, cantare, recitare con somma maestria mentre Il pubblico rapito dalle loro voci, dai suoni e dalla parola sono sospesi nel mondo antico e ne assaporano emozioni che solo la buona arte sa dare. E tanti sono stati gli applausi per questi valenti artisti, la più giovane musicista di flauti, che ha suonato divinamente, ha solo 16 anni. È stato uno spettacolo diverso dagli altri, da calendario, e il sindaco Manzi ha elogiato la   bravura, il   talento della Compagnia, manifestando la piena soddisfazione   per la rassegna teatro Casamarciano, premio Annibale Sersale, che ha reso per quattro appuntamenti di luglio, il pubblico realmente felice, con un lieto fine sorprendente.

L’augurio che ha rivolto agli artisti è stato quello di avere la Compagnia a Casamarciano anche negli anni a venire.  L’attore Carlo Dalla Costa ha consegnato, nelle mani del sindaco Manzi la maschera della commedia dell’arte, come segno tangibile del gradito invito, che la Compagnia I Trobadores ha ricevuto, ringraziando l’amministrazione comunale e quanti hanno creduto nel loro lavoro a scatola chiusa.

Non resta che aspettare il Festival Nazionale Scenari di Casamarciano che è alla nona edizione. Giulio Baffi è il direttore artistico della kermesse per il secondo anno consecutivo. Il programma andrà in scena dal 6 al 15 settembre con tante novità, a partire dalla location che quest’anno sarà il chiostro del Castello.  Ci saranno prestigiosi ospiti, come Lunetta Savino, Stefania Rocca, Sergio Cammariere. Inaugurerà il cartellone degli spettacoli Luciano Melchionna che farà ritorno con “Il  bordello più famoso d’Italia, per tre sere di seguito, visto il successo dell’anno scorso!

Il programma del Festival Nazionale del teatro è decisamente ricco di originalità. Per nove anni il percorso del Festival ha avuto continue innovazioni, testando progetti artistici diversi, col fine di valorizzare e rafforzare i legami con la storia e i luoghi di Casamarciano, culla di arte e cultura.

La vendita dei biglietti, abbonamenti è già partita, tenere d’occhio i numeri  telefonici impressi sui manifesti e locandine  che verranno affissi  sul territorio di Casamarciano e alle notizie  sui social.

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print