Comuni

Carnevale savianese 2018, Notaro: “Nonostante le difficoltà burocratiche, abbiamo garantito un adeguato livello di spettacolo. La sicurezza è la priorità”

Saviano, 2 Febbraio – L’edizione numero 40 del Carnevale Savianese è ormai alle porte: domenica ci sarà infatti il primo round, con i carri allegorici che verranno posizionati lungo il percorso del centro storico, accompagnati dagli artisti di strada che si esibiranno in varie performances. Quest’anno, grazie anche ai contributi regionali, la macchina del carnevale è stata arricchita da molte novità, una su tutte l’aspetto della sicurezza, tema ormai fondamentale dopo i fatti disastrosi di Torino. Proprio l’applicazione delle nuove norme, però, ha rallentato la macchina del carnevale, che ha dovuto fare i conti con una innegabile lentezza burocratica che, in alcuni casi, ha minato la realizzazione della manifestazione.

Mariangela Notaro, consigliere del gruppo “Insieme per Saviano” e delegata al Carnevale, ha spiegato in breve le novità che caratterizzeranno la manifestazione nel suo quarantesimo anniversario: “Quest’anno la kermesse si è dovuta confrontare con una normativa molto più rigorosa e stringente in termini di sicurezza: gran parte dei contributi, infatti, sono vincolati al raggiungimento dell’obiettivo prioritario, quello di garantire la sicurezza pubblica attraverso una fattiva collaborazione tra cittadinanza, comitati e autorità di pubblica sicurezza. Oltre alle barriere antiterrorismo che saranno installate in diversi punti del territorio, ogni carro allegorico sarà costantemente monitorato grazie all’installazione di un apparecchio GPS, collegato a una centrale operativa che guiderà gli spostamenti in tempo reale, in modo tale da garantire un libero accesso alle vie di fuga in caso di eventuali emergenze. Proprio per questo, è stato individuato un responsabile, per ogni comitato, che avrà il compito di dialogare con la centrale operativa”.

 Il tema della sicurezza, quindi, diventa un nodo centrale per la buona riuscita della manifestazione: tutto ciò sarà possibile anche grazie alla collaborazione dei comitati in termini di controllo dei decibel, perché, come ribadisce Notaro, “anche il volume della musica sarà tenuto sotto controllo, soprattutto in prossimità degli edifici più antichi del centro storico: le vibrazioni provocate dalla musica ad alto volume potrebbero causare danni, per questo ci sarà un costante monitoraggio anche sui decibel”. La normativa sulla sicurezza pubblica, inoltre, contempla provvedimenti molto più restrittivi anche per quanto riguarda la vendita di bevande alcoliche, che saranno assolutamente vietate, così come non è ammessa la vendita di qualsiasi altra bevanda in bottiglie di vetro. Grande collaborazione si richiede anche ai cittadini, per liberare il percorso carnevalesco da eventuali mezzi o autovetture che potrebbero intralciare la strada: “Il carnevale rappresenta un momento di divertimento per tutti, ma il divertimento può essere garantito solo attraverso il rispetto delle regole. Per questo, insieme al presidente della fondazione Carnevale Savianese Pasquale Napolitano, invito tutti, dagli addetti ai lavori ai cittadini, a una fattiva collaborazione. E’ il primo anno nel quale ci confrontiamo con novità anche dal punto di vista della sicurezza e della burocrazia: non possiamo negare che le lentezze burocratiche abbiano inciso sulla manifestazione, ma abbiamo fatto il possibile per garantire un adeguato livello di spettacolo e divertimento. A questo proposito voglio ringraziare il presidente Pasquale Napolitano e il presidente onorario Donato Allocca: fondazione e amministrazione hanno lavorato insieme”.

 L’ultima raccomandazione riguarda eventuali allarmismi: “invito tutti ad evitare inutili allarmismi: in queste occasioni, tra musica e baldoria, è facile che qualcuno approfitti del clima per generare confusione e paura”, ribadisce Notaro.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa