Comuni

Carbonara di Nola, vento fango e pioggia: violento temporale causa danni e allagamenti

Carbonara di Nola, 19 Agosto – Il violento temporale che ieri pomeriggio ha bersagliato le zone interne della regione Campania, non ha risparmiato la piccola comunità di Carbonara di Nola. Per più di un’ora, è caduta talmente tanta acqua da fare inondare di una enorme quantità di fango la maggior parte delle strade del paese. Intorno alle ore 16.00, improvvise bombe d’acque e un forte vento hanno causato innumerevoli danni, inevitabilmente sono saltati diversi tombini. Le feritoie situate a monte del paese collinare non hanno potuto inglobare tutta la melma che di conseguenza si è riversata verso le strade cittadine, da Via Sambuco fino a scendere nella Piazza di Via Municipio.

Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco, non si registrano danni a persone. Intanto si sono riscontrati disagi fino a raggiungere l’incrocio tra Via Roma e C.so Vittorio Emanuele. Un preoccupante dissesto stradale, segnalato dai cittadini, che per evitare ulteriori incidenti hanno posizionato alcune pedane di legno in Via Casmez.

 Anche presso l’isola ecologica, chiusa per manutenzione dall’11 agosto, le forti piogge e le raffiche di vento hanno provocato lo spostamento di grandi quantità di rifiuti depositati nell’area, creando problemi ai cancelli di accesso del sito di stoccaggio.

I responsabili del Comune sono repentinamente intervenuti sui luoghi colpiti, liberando i punti critici dai detriti, in previsione, soprattutto dei prossimi eventi temporaleschi, previsti per il  20 agosto.

 

               



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa