Comuni

Carbonara di Nola, riapre la Villa Comunale: festa per nonni e nipoti

Carbonara di Nola, 8 Ottobre – Domenica 6 Ottobre, con una cerimonia ufficiale, è stata, finalmente, riaperta al pubblico la Villa Comunale di Carbonara di Nola.  Il parroco Giuseppe Anil ha benedetto il luogo di ritrovo come luogo sacro, chiedendo a tutti particolare rispetto per la natura, custodendo sempre il decoro e la pulizia dei giardinetti. Al taglio del nastro da parte del Sindaco Antonio Iannicelli, i bambini si sono lanciati alla riconquista degli spazi aperti. Presenti alla cerimonia l’intera Amministrazione comunale e la cittadinanza, dando il via ai giochi del passato. Per l’occasione sono stati allestiti angoli dedicati ai bambini con il tradizionale tiro alla fune, il gioco delle bocce, ma anche i divertenti giochi della campana e della pignatta.

Tra i nonni era presente anche Luigi Nunziata, Mister nonno 2019, che è stato coinvolto dal sindaco a partecipare ai tradizionali giochi di una volta insieme ad altri nonni. La festa è stata organizzata e allestita dagli Assessori alle Politiche Sociali, Antonio Sorrentino e Gianluca Santorelli e dal Sindaco Antonio Iannicelli.

Nonni e nipoti coinvolti, dunque, in un evento di puro divertimento, ma anche impegnati a descrivere lo svolgimento delle attività ludiche tradizionali. Gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’I.C. Antonio De Curtis plesso di Carbonara Di Nola, presenti alla cerimonia ufficiale, hanno dato lettura degli elaborati svolti in classe. Molto coinvolgenti le poesie e le lettere ai nonni, i nostri angeli, un momento che si è conclusa con una toccante dedica. “Ti porto nel cuore, perché per mano non posso farlo.”

”L’Amministrazione comunale ha mostrata particolare attenzione nei confronti di questo evento,  – ha dichiarato l’Avv. Antonio Sorrentino Assessore alle Politiche Sociali, – facendolo coincidere con la manifestazione dell’inaugurazione della Villa Comunale. La festa dei nonni – ha concluso l’assessore –  è stata di particolare interesse. Far ritrovare, in questo luogo, tutte le fasce di età, coinvolgendo nonni e bambini, dando valore a quelli che erano i giochi di una volta, costruiti con semplici materiali ma particolarmente adatti allo sviluppo della creatività e della fantasia, è senza dubbio un patrimonio inestimabile della nostra cultura e delle nostre tradizioni, da conservare e tramandare .”

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa