Comuni

Carbonara di Nola, l’Istituto “A. De Curtis” nella villa Comunale per la “Giornata della legalità”

Carbonara di Nola, 3 Maggio – Il 3 maggio il Plesso di Carbonara Di Nola dell’Istituto Comprensivo Antonio De Curtis, con il patrocinio del Comune di Carbonara Di Nola ha organizzato un evento dal titolo “La giornata della Legalità”, a conclusione del corso di educazione stradale, tenutosi a scuola, a cura del Dott. Giuseppe della Pietra, Responsabile della Polizia Municipale di Carbonara, e dell’intervento speciale del Col. Dott. Luigi Maiello, comandante del Corpo della Polizia locale di Nola.

La moderatrice Prof.ssa Gianfranca Casalino, fiduciaria del plesso, ha introdotto gli interventi dei relatori, coadiuvata da tutti gli insegnanti, che hanno preparato i bambini. Sono intervenuti:

Il Responsabile temporaneo della polizia Municipale del paese collinare,  si è ritenuto entusiasta di aver avuto l’occasione di insegnare le regole stradali e comportamentali, dando il suo contributo per trasferire qualche nozione che permetta già dalla tenera età la formazione degli individui rispettosi della legalità.

La penalista Avv. Maria Francesca Tripaldi  ha introdotto il problema della Violenza, “Imparare a vivere nel rispetto delle persone, significa radicare in noi  il sistema della vita e della pace nella dignità dell’essere umano, ognuno ha un valore inestimabile, non c’è distinzione tra gli individui che hanno tutti un grande valore, e in particolar modo i bambini che sono il nostro futuro”.

Il Prof. Francesco Furino preside dell’I.C. De Curtis ha voluto mettere in luce la necessità del rispetto, citando il recente fatto di cronaca che vede protagonista un pensionato bullizzato da ragazzi. Ha altresì aggiunto che la scuola in collaborazione con le famiglie, ha il compito di dare un’impronta positiva, affinché i ragazzi possano crescere nel rispetto della persona e delle istituzioni, sempre presenti nelle attività scolastiche. Ha continuato, nell’apprezzare i ragazzi che si sono impegnati e sono riusciti a trasmettere anche agli altri i principi della legalità.

Il Sindaco Dott. Michele Paradiso  ha sensibilizzato gli studenti sulle tematiche la cui gravità viene spesso, ignorata e sottovalutata, non avendo ben chiaro il confine tra ciò che è legale e ciò che non lo è, sviluppare la coscienza democratica e lo spirito di partecipazione e la responsabilità sociale, migliorare le relazioni tra ragazzi e tra i ragazzi e gli insegnanti, prevenire i fenomeni di bullismo e prevaricazione, e di discriminazione. Ha parlato di stimolare la conoscenza e l’utilizzo in sicurezza delle reti di comunicazione, di internet e dei social, con un uso consapevole e critico, del supporto e dell’ascolto attivo ed empatico, nella costruzione di legami sereni e pacifici, con una comunicazione efficace e non violenta e basata sulla condivisione, con il rispetto delle idee di ciascuno.

Gli alunni con il loro impegno e grazie al lavoro svolto con i docenti, hanno realizzato cartelloni esplicativi e le relazioni scritte, che hanno presentato ai presenti. Sul tema del bullismo hanno introdotto un opera dal titolo “Nei suoi panni”, ponendo l’attenzione sulle aggressioni fisiche e violente e l’isolamento psicologico. Si sono avvicinati alla funzione delle regole nella vita sociale, il valore civile e la democrazia, il riconoscere un percorso di regole anche se per gli adolescenti, sembra difficile e faticoso. Hanno anche invitato tutti a riflettere sulla piaga del cyberbullismo e della mafia, e ad affrontare la lotta all’illegalità, soprattutto con piccoli grandi gesti, come un abbraccio e una carezza, unendosi in modo corale per dire No alla Illegalità.

Intensa e gradita è stata la partecipazione della “Street band” dell’I.C. 2 A Ciccone di Saviano, a cura dei Proff. Saverio Giugliano e Michele Maione, che hanno allietato la giornata con diversi brani musicali, eseguiti con strumenti a fiato e percussioni.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print