Comuni

Carbonara di Nola, il sindaco Antonio Iannicelli vara il governo e indica i progetti da realizzare per il paese

Carbonara di Nola, 13 giugno – Una sala consiliare piena per l’esordio del nuovo consiglio comunale celebrato ieri sera al secondo piano del palazzo municipale. Presenti e puntuali i consiglieri comunali di Opposizione (Michele Paradiso, Francesco Nunziata e Francesco Del Genio). Dopo la convalida degli eletti ed il giuramento del nuovo sindaco Antonio Iannicelli, si è proceduto alle elezioni di turno oltre alla nomina della nuova giunta comunale.

Raffaele Albano è stato nominato vice-sindaco, risultando tra i più eletti dai carbonaresi, mentre a Salvatore Maffettone è stata assegnata la carica di assessore. Inoltre si è proceduto con votazione alla costituzione dei gruppi consiliari e dei relativi capigruppo: i tre effettivi sono stati nominati (Onofrio Sepe, Vincenzo Sepe per la Maggioranza e Francesco Nunziata della Minoranza), gli altri supplenti: Salvatore Aschettino, Antonio Sorrentino per la compagine di Iannicelli e Francesco Del Genio tra le file dell’Opposizione).

A seguire, il discorso del primo cittadino Iannicelli, che ha posto come principio basilare dell’operato amministrativo il bene di Carbonara:La campagna elettorale è finita. – ha affermato la fascia tricolore – E’ tempo ora di guardare avanti: la Maggioranza lavorerà per dar corso alle promesse fatte e concretizzare i progetti che ha proposto in campagna elettorale, dall’altra l’Opposizione che, come è giusto che sia, dovrà svolgere un ruolo di controllo e anche di critica purché legittima, lecita e costruttiva. Saremo aperti a qualsiasi confronto. Ai Carbonaresi abbiamo proposto un cambiamento profondo all’insegna dell’efficienza amministrativa”.

Iannicelli ha così proseguito il suo intervento: “Riprendiamo da dove abbiamo interrotto con maggiore forza e rinnovate energia. Carbonara deve riavere i suoi spazi, i suoi punti di ritrovo, momenti di svago e socializzazione, ma il paese deve anche trovare nuove e concrete opportunità di crescita e di sviluppo affinché nel nostro borgo si possa vivere bene. Le opportunità ci sono, esistono e non saremo noi quelli che accampano alibi per giustificare l’inefficienza e l’incapacità. Occorre, però, una visione della cosa pubblica più aperta ed innovativa. Partiamo dalle nostre ricchezze, che sono: l’agricoltura, la natura, l’ambiente, la montagna, l’enogastronomia, la tradizione culturale e religiosa”.

Il sindaco di Carbonara di Nola ha così concluso il suo pensiero: “Vogliamo mantenere un monitoraggio costante su tutte le opportunità di finanziamento, ad ogni livello istituzionale, dalla Regione all’Unione Europea ed intercettare risorse per investire sul territorio. Dobbiamo investire su noi stessi, perché non esiste investimento migliore e più fruttuoso: dalla montagna e dai suoi sentieri può derivare lo sviluppo di un turismo naturalistico; dal nostro vino, dalle nostre nocciole si possono ottenere opportunità di valorizzazione di tutto l’indotto enogastronomico. Dalla nostra storia e dal nostro nome, Carbonara, possono derivare idee e progetti innovativi in materia di rispetto dell’ambiente e dell’energia alternativa. È una rinascita per tutti e buon lavoro a Noi tutti”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print