Comuni

Carbonara di Nola, Giornata della Memoria: il Plesso I.C.A. “De Curtis” incontra Angelo Amato De Serpis e il suo libro “ÁRPÁD ED EGRI” [Video]

Carbonara di Nola, 28 Gennaio – Il 27 gennaio nel Plesso di Carbonara Di Nola dell’Istituto Comprensivo Antonio De Curtis, in occasione della giornata della Memoria, un intenso incontro con l’autore del libro “Árpád ed Egri”.

Angelo Amato De Serpis con questo romanzo dedicato a due personaggi dello sport, ed alla persecuzione razziale e alla non accettazione del diverso, in modo semplice e diretto ha fatto capire ai ragazzi come le leggi razziali abbiano inciso sulla vita quotidiana delle persone.

Il calcio è stato da sempre una parte importante della società, e nel 1938 in Italia cominciò la discriminazione nei confronti degli Ebrei. I due protagonisti sono stati due grandi allenatori di calcio in un tempo in cui essere ebrei era un colpa, e la loro storia rispecchia le difficoltà che hanno attanagliato migliaia di persone, costrette a lasciare l’Italia, o addirittura imprigionate e rinchiuse nei campi di concentramento nazisti. La testimonianza diretta della figlia di Erno Egri Erbstein, all’epoca bambina, ricorda la difficoltà del padre a giustificare il motivo di doverle cambiare scuola, giacché ritenuti indesiderati.

Erano presenti in sala: il Dirigente Scolastico  Francesco Furino, il Vice Sindaco del Comune di Carbonara Di Nola Raffaele Albano e il Consigliere Delegato per la Scuola e l’Istruzione Salvatore Aschettino, che hanno permesso l’evento. Gli alunni, supportati dal lavoro di tutto il corpo docenti ed in particolare modo dalla Prof.ssa Carmela Ariano docente della III della secondaria di primo grado, e la Maestra Fiorella Graziano docente della classe IV della scuola primaria, hanno presentato i loro progetti sulla Shoah  e una poesia, infine hanno regalato allo scrittore un disegno ispirato dal libro.

Grande impegno hanno dimostrato gli allievi di IV che hanno scritto un racconto con immagini, ispirato ad una storia vera di un bimbo di nome Gabriele, consegnato dalla madre, prima di essere catturata e deportata nei campi di concentramento, nelle mani di Oscar, un uomo generoso che aiutò a salvare il bimbo e molti altri. Ottimo il lavoro di ricerca della classe III della sec. di I grado, con l’approfondimento sui campi d’internamento in Campania, che era destinato agli oppositori del Governo Fascista, e dei campi di concentramento di: Campagna, Marzano, Moschiano e Lauro.

Infine con la storia del Poliziotto e Vice Commissario di Pubblica Sicurezza, Giovanni Palatucci, che trasferì un gruppo di ebrei da Fiume al campo di Campagna in provincia di Salerno e, che successivamente con l’aiuto della popolazione locale e dello zio, il Vescovo di Campagna Giuseppe Maria Palatucci, organizzò la loro fuga.

I ragazzi hanno sottolineato: “Il giorno della memoria è considerato un atto di riconoscimento della storia, in quanto è come se, ancora oggi, ci affacciassimo dai cancelli di Auschwitz per non dimenticare tutto il male che è stato fatto”.

Tantissime le domande fatte allo scrittore, a dimostrazione del grande interesse verso questo argomento, e ottime le risposte di Angelo Amato De Serpis, che ha concluso con il motivo per cui ha voluto aprire il suo libro con la citazione del Filosofo e scrittore Giordano Bruno sull’importanza della diversità: “Apprezzare la diversità che c’è nella natura, perché ogni albero è diverso da ogni altro albero, ogni animale è diverso da ogni altro animale, ogni uomo è diverso da ogni altro uomo, però questa diversità è una ricchezza, e bisogna rivestirsi della diversità, quindi apprezzare la diversità, come un messaggio modernissimo nonostante sia qualcosa di scritto quattrocento anni fa”.

 



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa