Comunicati

Capua, il 17° RAV partecipa alla donazione volontaria con l’ADMO e la Fondazione “Leonardo Giambrone”

Dimostrazioni e stand per conoscere l’Esercito Italiano

 

Capua, 14 Ottobre –  – Si è conclusa, domenica 13 ottobre 2019 in Piazza dei Giudici di Capua (CE), l’iniziativa benefica “Insieme per la vita” che ha visto coinvolti i militari del 17° Reggimento Addestramento Volontari (RAV) “Acqui”, in collaborazione con il Comune di Capua, l’Associazione Donatori Midollo Osseo (ADMO), la Fondazione Italiana “Leonardo Giambrone” per la guarigione della Thalassemia e il centro di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’ospedale Cardarelli di Napoli.

Il 17° RAV ha organizzato una campagna di sensibilizzazione dedicata alla donazione e alla divulgazione della cultura della prevenzione, iniziata nella Caserma “Oreste Salomone” il 04 ottobre scorso incontrando il Presidente dell’ADMO Campania, dottore Franco Michele, e il Presidente nazionale della Fondazione, dottoressa Angela Iacono, i quali hanno ringraziato il 17° Reggimento “Acqui”  per la forte attenzione che ripone nel contrastare l’emergenza sulle donazioni di sangue e di midollo osseo nella regione Campania. Grazie all’impegno dell’Esercito Italiano la regione Campania ha, in pochi mesi, scalato le classifiche nazionali portandosi alla pari delle regioni più virtuose. Il Colonnello Giuseppe Zizzari, comandante del 17° RAV, ha sottolineato l’importanza della diffusione della cultura della donazione.

Di fronte alla numerosa platea di Volontari in ferma prefissata di un anno (VFP-1) del secondo blocco 2019, il dottore Franco insieme alla toccante testimonianza dei genitori della piccola Diana che ci ha lasciato poco più di un mese fa,  ha illustrato le modalità di iscrizione all’Associazione e la semplicità della donazione di midollo osseo, qualora sia accertata la compatibilità genetica (1/100.000) con chi «è in attesa di ricevere un’altra speranza di vita». L’importanza di contribuire con un «gesto d’amore salvando così la vita a tante persone» è stata rimarcata, con un successivo incontro, anche dalla dottoressa Iacono, la quale ha voluto condividere le testimonianze di alcuni genitori e bambini talassemici che hanno rivolto, ai militari del 17° RAV, la loro gratitudine.

In questa occasione, 681 VFP-1 hanno donato il proprio sangue, indispensabile per la sopravvivenza e la conduzione di una vita in buona salute delle persone affette da talassemia. Sono inoltre stati iscritti, nel Registro Italiano Donatori Midollo Osseo (IBMDR), 535  nuovi potenziali donatori. Questi dati rappresentano un significativo traguardo per l’Esercito Italiano, in quanto le centinaia di giovanissimi Soldati hanno compreso, fin da subito, l’importanza dei valori etici e morali che devono contraddistinguere chi indossa l’uniforme. «Voi, avete deciso di essere al servizio del Paese e questo atto d’amore dimostra che voi siete pienamente al servizio del Paese!», ha sottolineato il Col. Zizzari rivolgendosi ai Volontari.   

L’iniziativa “Insieme per la vita” si è conclusa domenica 13 ottobre nel comune di Capua ed ha rappresentato un connubio vincente tra l’Esercito, le Istituzioni locali e le Associazioni/Fondazioni benefiche; la manifestazione ha dato la possibilità ai cittadini, oltre che contribuire alla donazione di sangue e di midollo osseo (sono state infatti ulteriormente incrementate sia le donazioni di sangue sia le iscrizioni all’IBMDR), anche di conoscere e toccare con mano alcuni mezzi operativi dell’Esercito Italiano, tra cui il Veicolo Tattico Leggero Multiruolo “Lince”, nonché di mettersi alla prova con esercitazioni pratiche di primo soccorso con l’ausilio di personale qualificato del 17° Reggimento “Acqui”; i militari appartenenti all’Infoteam, inoltre, hanno presentato ai visitatori più giovani tutte le informazioni ed il materiale illustrativo sulle diverse possibilità di reclutamento e sui concorsi in atto dell’Esercito Italiano.

I partecipanti all’evento, infine, hanno potuto apprezzare le qualità culinarie dei cuochi militari con assaggi di pizze preparate in appositi forni campali e sono stati allietati con brani musicali famosi eseguiti dalla Fanfara dell’8° Reggimento Bersaglieri. 

La giornata di solidarietà ha dimostrato come la collaborazione proficua tra l’Esercito Italiano e le Istituzioni dello Stato possa migliorare la sinergia d’intenti; «Insieme per la vita» ha permesso la condivisione di valori indispensabili per la salvaguardia del bene collettivo, quali il senso del dovere e l’altruismo, e ha consentito di osservare l’operato quotidiano dei nostri soldati che muove sempre a favore della gente.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa