Comuni

Capri ricorda il poeta “Barbone” William Wordsworth con una targa in ceramica apposta nello slargo omonimo

Capri, 14 gennaio –  Sabato 12 Gennaio é stata apposta al largo  “Barbone” in località Tiberio una targa commemorativa in ricordo della figura di William Wordsworth  sovrannominato ” Il Barbone”

L’iniziativa é stata voluta ed organizzata dall’ Associazione Capri é anche Mia molto attiva sull’isola per importanti opere di ripristino e valorizzazione di aree e sentieri, alla presenza del Sindaco di Capri Gianni de Martino e di tanti abitanti della zona, dopo l’affissione si é festeggiato con un brindisi. 

Nel post pubblicato sulla pagina fb dell’ Associazione Capri é anche Mia:

” Cari amici, Oggi pomeriggio la nostra iniziativa in località Barbone ha incontrato la grande partecipazione degli abitanti della zona e non solo. È stato un emozionante incontro di un pomeriggio gelido ma soleggiato soprattutto dal calore dei partecipanti. Da una semplice mattonella è uscito fuori un grande valore: quello di appartenenza ad un posto unico nel mondo. La presenza anche del Sindaco Gianni De Martino alla piccola manifestazione ha aggiunto , fra i partecipanti, ancora maggiore consapevolezza che anche un piccolo slargo, può avere una storia e un significato nella vita di ogni cittadino. Un grazie a tutti di vero cuore per l’affetto, la solidarietà e l’amore dimostrato ”

Presente anche la  dott.ssa Carmelina Fiorentino che nel marzo del 2017 in occasione del centenario della sua morte tenne una conferenza sul personaggio di William Wordsworth

La Presentazione della Conferenza del 2017:

” Il ‘Barbone’ – dal quale la località in zona Tiberio prende il nome – è attualmente ancora poco conosciuto sull’isola, così come le alterne vicende della sua villa e del suo proprietario. L’infanzia col più famoso nonno, la vita indiana e la vecchiaia caprese di William Wordsworth (1835-1917) saranno illustrate, in occasione del Centenario della sua morte, durante la conferenza che, patrocinata dal comune di Capri, vuole anche essere una celebrazione di un personaggio che, per vent’anni, onorò l’isola con la sua presenza, il suo contributo alla vita civile, le sue poesie”  

image_pdfimage_print