Comuni

Camposano, lavori al Cimitero: il consigliere Antonio Giuliano “bachetta” il sindaco Barbato

Camposano, 31 Ottobre – La commemorazione dei Defunti diventa argomento di dibattito politico in quel di Camposano. I lavori di restyling e di abbellimento del civico cimitero, effettuati su indicazione dell’Amministrazione Comunale, hanno catturato l’attenzione del consigliere di Opposizione, Antonio Giuliano, che ha così commentato sul ‘social’ di Facebook: “Camposano, in occasione della ricorrenza dei Defunti (come ogni anno, sempre un attimo prima delle festività), sto ‘ammirando’ le attività che stanno effettuando in tutta fretta su disposizione del ‘nostro onorevole’ sindaco Franco Barbato, per far sì che questi giorni di grande partecipazione emotiva possano essere vissuti in comunione, ricordando tutti i camposanesi che hanno dato con i loro sforzi, piccoli e grandi, un futuro migliore al nostro amato paese. Ebbene, – ha aggiunto Giuliano – sempre nella logica della critica costruttiva e di un ruolo di consigliere comunale di Opposizione intento a tutelare gli interessi della sua comunità, chiedo oggi al nostro primo cittadino di poter dare seguito e continuità a quest’apprezzabile opera di manutenzione e di decoro per il civico cimitero”.

Giuliano così ha concluso il suo pensiero: “I nostri cari defunti ed i loro affetti ancora in vita meritano un luogo sempre pulito ed abbellito, come si può vedere in questi giorni di commemorazione. Mi auguro che tra una settimana, un mese, un anno, la situazione sia tale e quale a quella attuale, perché commemorare e ‘rispettare’ i nostri defunti è un sentimento che deve accompagnarci sempre, 365 giorni l’anno, e non soltanto per uno o due giorni, ai principi di novembre. Il sindaco dimostri che questa attività intrapresa è frutto di un attento lavoro di programmazione e non ‘figlio’, come temo, di un’occasione in più per farsi pubblicità”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa