Politica

Campania, Saiello (M5S): “Un tavolo di crisi con Leonardo per ricollocare gli operatori dell’indotto dell’aerospazio”

Il capogruppo regionale M5S: “Che fine hanno fatto le politiche di De Luca per il rilancio del settore?”

 

Napoli, 14 Maggio – “E’ necessario costituire al più presto un tavolo di crisi con il management Leonardo e le aziende dell’indotto ex Alenia per valutare ogni ipotesi possibile che conduca al ricollocamento di un centinaio di lavoratori. Parliamo, tra l’altro, di operatori dei settori della logistica e della manutenzione che hanno maturato non meno di 15 anni di esperienza professionale. Da tempo Leonardo ha annunciato un piano industriale per il potenziamento dei suoi siti, in particolare sul territorio della Campania, che prevede nuove assunzioni e che, in quest’ottica, potrebbe contemplare proprio gli ex operatori dell’indotto dell’aerospazio campano”. Così il capogruppo M5S al Consiglio regionale della Campania Gennaro Saiello, a margine della seduta di audizione della Commissione regionale Attività Produttive con i lavoratori della MecFond di Caivano.

“Chiederemo una nuova audizione con tutte le delegazioni dell’indotto ex Alenia. Non possiamo consentire che in Campania venga avviato un processo di delocalizzazione delle aziende dell’aerospazio. Auspichiamo un cambio di rotta affinché si dia vita a serie politiche di rilancio di un settore che, nelle intenzioni di De Luca, avrebbe dovuto essere un fiore all’occhiello del territorio regionale, ma che allo stato mostra tutti i sintomi di una lenta dismissione”.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa