Politica

Campania, Saiello:”Grave strappo del PD non sottoscrive Odg sui lavoratori di Sipro”

Napoli, 16 Dic. –  – “Registriamo un comportamento vergognoso da parte del Pd, unica forza politica presente in Consiglio regionale della Campania, che non ha voluto sottoscrivere un nostro ordine del giorno a tutela dei lavoratori della Sipro srl la società erogatrice dei servizi di vigilanza armata, di reception e custodia e altri servizi presso il Consiglio regionale della Campania. La società che dal 24 dicembre 2014,   impiega 23 dipendenti  nonostante la regolarità dei pagamenti da parte del Consiglio regionale, non provvede al pagamento delle retribuzioni dei lavoratori dal mese di novembre”.

Lo ha denunciato il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello nel corso del dibattito in aula quando si è visto rifiutare da parte dei consiglieri del Pd la sottoscrizione dell’ordine del giorno che impegnava lo stesso Consiglio a mettere in campo tutte le iniziative utili, per quanto di competenza, a garantire la retribuzione dei lavoratori della Sipro. “Non ci meraviglia il comportamento mostrato dal Pd sul tema dei lavoratori della Sipro – sottolinea Saiello – non dobbiamo dimenticare che è sempre il partito del jobs act e dei voucher”. “Il Pd fa politica in modo arrogante calpestando i diritti di chi lavora – aggiunge – come M5S avevamo portato in aula un documento per investire Giunta e tutto il Consiglio affinché una situazione assurda che si sta consumando già da mesi sulla pelle dei lavoratori venisse risolta”.

“Trovo grave in particolare l’uscita del consigliere e questore alle finanze Marciano Pd – evidenzia – che avrebbe avviato tavoli per nome e per conto del Consiglio senza informare con una comunicazione i consiglieri”. “Il M5S stigmatizza che un consigliere della maggioranza nel ricoprire un ruolo istituzionale quindi per definizione super partes – conclude Saiello – lo pieghi agli interessi della bottega Pd”.           

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa