Politica

Campania, Rifiuti. Menna (FI):”Incontro proficuo con Commissario Caivano ma nessuna garanzia dalla Regione: no a impianto biometano”

Napoli, 3 Giugno – “Non ci convince, quindi No all’impianto di biometano a Caivano”. Così Federico Menna (FI), coordinatore di Forza Italia Giovani del Sud Italia al termine di un incontro con la terna prefettizia e i dirigenti del settore Ambiente di Caivano avuto questa mattina insieme con alcuni esponenti del coordinamento locale di Forza Italia e di altre forze politiche per fare il punto sul progetto relativo alla realizzazione di un impianto di biometano in località Omo Morto a Caivano.

“Diamo atto al Commissario per la grande disponibilità all’ascolto ma allo stato nessuna chiarezza è stata fatta, soprattutto dalla Regione cui spetta la competenza sul Piano regionale per lo smaltimento dei rifiuti e dunque la responsabilità politica, sul reale impatto ambientale e sanitario di questo impianto che peraltro si vorrebbe far sorgere su di un terreno a vocazione agricola in un territorio già duramente provato”.

“Su questo tema, che attiene alla trasparenza e che va al di là delle casacche politiche perché incide direttamente sulla vita dei cittadini – aggiunge Menna – auspichiamo la massima attenzione e condivisione di tutte le forze politiche e sociali di Caivano”.

“Aspettiamo risposte sulla legittimità della localizzazione, nonché sui rilievi e le prescrizioni dell’Arpac e dell’Asl che ha rilevato non poche criticità. Parliamo di possibili immissioni inquinanti nell’atmosfera, nel suolo e quindi nelle falde acquifere. Parliamo della posizione della Regione rispetto alla sentenza, di appena qualche settimana fa, della Corte Europea che ha posto ulteriori e più stringenti vincoli agli ampliamenti o alla realizzazione di nuovi impianti. In una parola parliamo della salute dei cittadini”, conclude Menna, che annuncia “siamo pronti anche alla mobilitazione”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa