Politica

Campania, Rifiuti. Gli Eda devono programmare i siti per i depositi temporanei in vista della chiusura di settembre del Termovalorizzatore di Acerra

Prevista una nuova riunione per la verifiche delle proposte sui provvedimenti da adottare in vista della manutenzione straordinaria del termovalorizzatore di Acerra. Verdi: “Criticabile la fuga in avanti della Sapna sull’individuazione dei siti di trasferenza”

 

Napoli, 15 Luglio – “Si è tenuta una nuova riunione per verificare le proposte sui provvedimenti da adottare in vista della manutenzione straordinaria del termovalorizzatore di Acerra, in programma dopo l’estate. Si sta procedendo alla valutazione delle misure più opportune per far sì che la raccolta dei rifiuti proceda senza problemi durante il periodo della manutenzione. A fine luglio come ci ha riferito l’assessore all’ambiente della Campania Fulvio Bonavitacola si concluderanno tre filiere di gare. La prima riguarda A2A, la seconda quelle promosse dalle società provinciali; la terza è stata attivata dalla Regione per una nuova rimozione di ecoballe, ma è stata concepita in modo da consentire che le società provinciali possano aderire per fronteggiare eventuali esigenze restate inevase dalle proprie procedure di gara”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli con il portavoce del Sole che Ride Vincenzo Peretti. “Riteniamo criticabile la fuga in avanti della Sapna circa l’individuazione dei siti di trasferenza. Tale decisione è stata adottata senza la preventiva verifica e al di fuori di un quadro di programmazione condivisa. Bisogna fare di tutto per evitare problemi durante la chiusura dell’inceneritore di Acerra ma senza creare tensioni inutili con le comunità locali”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print