Politica

Campania, Muscarà (M5S): “Passariello si vergogna di illustrare in aula relazione Commissione su Partecipate”

La capogruppo regionale: “L’organo d’inchiesta costato 300mila euro non ha prodotto nulla”

Napoli, 13 Novembre – “Il presidente della Commissione speciale d’inchiesta sulle partecipate si vergogna a tal punto del lavoro svolto dall’organo che ha presieduto, da rifiutarsi addirittura di leggere in aula la relazione conclusiva. E non gli diamo torto. Dopo due anni di lavori, ottenuti grazie alla concessione illegittima di tre proroghe e ulteriori sessanta giorni non previsti dallo statuto regionale, apprendiamo che l’unico risultato ottenuto è quello di sperperare impropriamente il denaro pubblico, ben 300mila euro tra ufficio di presidenza e spese per il personale assegnato di supporto. A fronte di una tale somma, ci ritroviamo oggi con un documento che non ha nulla a che vedere con una relazione conclusiva. Un documento che certifica, come abbiamo sempre sostenuto, che in due anni questa commissione non ha prodotto assolutamente nulla”. Così la capogruppo in Consiglio regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà.

“Dalla lettura della relazione inviata via mail, contrariamente a quanto sostiene il regolamento che ne prevede l’illustrazione in aula, abbiamo avuto contezza – sottolinea Muscarà – del nulla prodotto dalla Commissione di Passariello. Manca una sintesi del lavoro svolto, mancano osservazioni, proposte, raccomandazioni. Manca un prospetto su situazioni patrimoniali, debitorie, occupazionali, piani industriali e piani di razionalizzazione delle società partecipate. Un nulla costato 300mila euro che è già all’attenzione della Corte dei Conti, ma che giustifica la vergogna di Passariello e il suo rifiuto a illustrare nell’aula del Consiglio l’assoluta inutilità dell’organo da lui presieduto per due anni”.

image_pdfimage_print