Comuni

Campania, il Tar sospende il concorsone

Napoli, 13 Febbraio –  Nella giornata di ieri, i giudici del Tar della Campania hanno sospeso il concorsone della stessa regione fino al 6 ottobre. L’occasione di riscatto per i milioni di abitanti della regione meridionale al momento si ferma dinanzi alla legge. Non è stato rispettato il principio d’anonimato. Il “concorsone” era stato organizzato da Formez e la commissione era Ripam, a cui è affidata, ovviamente, anche la gestione.

Un colpo duro questo per gli eroi che erano risultati vincenti e che erano passati alla fase successiva. Impresa ardua, visto che il numero di candidati era di oltre trecentomila unità. Nella fase in cui si trovava il concorso, ne erano rimaste 950 unità di candidati che rischiano di vedere svanire il lavoro e lo studio svolto.

Tutto da rifare, vale in alcuni casi, ossia ricominciare daccapo tutta la selezione. Un lavoro organizzativo tremendo, dato che nella prima fase ci furono ritardi importanti, che portarono notizie sconvolgenti, provenienti dalla mostra d’oltremare. Attacchi di panico, mancamenti e problemi di natura ansiogena e di salute per il prolungarsi dell’orario delle prove.

Era iniziato non col migliore dei presupposti. Adesso si rischia di vedere una fine ancor più disastrosa.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa