Politica

Campania, Di Scala (FI):”Villa Mercede? Diamo atto ai sindaci dell’isola d’Ischia per soluzione possibile”

Napoli, 4 Giugno – “Dalla Whirpool all’Ilva passando per la Pernigotti, il Movimento 5 Stelle non ha ancora imparato che sul dolore dei lavoratori non sono ammesse strumentalizzazioni altrimenti avrebbe ammonito già da tempo il consigliere Saiello che sul dramma dei lavoratori di Villa Mercede ad Ischia sta portando avanti una vera e propria sceneggiata: puntualmente sbugiardato, millanta interlocuzioni inesistenti, si presenta non invitato e in maniera assolutamente disinformata ai tavoli per proporre l’impossibile, salvo pause che dedica ad offendere, da vero cafone, chiunque provi con un minimo di buon senso a smascherare la sua inutile ammuina”.

Lo afferma la consigliera regionale campana di Forza Italia, Maria Grazia Di Scala, presidente della commissione Sburocratizzazione del Consiglio regionale della Campania.

“Do atto ai sindaci dell’isola d’Ischia di aver indicato oggi, al tavolo istituzionale convocato dalla Prefettura di Napoli, l’unica soluzione possibile per cominciare a dipanare questa complicata questione e pagare gli stipendi ai lavoratori: sono mesi che i sindacati chiedono all’Asl di sostituirsi al Consorzio e alla Coop per il pagamento delle spettanze ai lavoratori, ma Saiello non solo non conosce il lavoro dei sindacati ma ignora anche la normativa che impedisce all’Asl di procedere in questa direzione”, aggiunge Di Scala.

“Attendo fiduciosa venerdì per conoscere quali saranno le determinazioni che l’ASL assumerà – incalza l’esponente di Forza Italia – e da ischitana, ancorché consigliere regionale di minoranza che non rincorre il favore di quattro like e qualche selfie in piazza, mi preme sottolineare che il nostro ruolo non è quello di fare gli attivisti tra le folle ma di favorire le migliori intese istituzionali a favore dei lavoratori e dei cittadini”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print