Politica

Campania, Cirillo (M5S): Digitalizzazione in Regione. Tutto in regola?

Napoli, 24 maggio 2016  –  “Free Libre Open Source Software racchiude sia il free software sia l’open source, il suo impiego nelle Pubbliche amministrazioni è da sempre al centro del dibattito vantaggi, a cominciare da quelli economici”. Lo dice, in una nota, il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Luigi Cirillo che ha depositato una interrogazione a risposta scritta, indirizzato al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Il Codice dell’amministrazione digitale dispone che le Pubbliche amministrazioni acquisiscono programmi informatici o parti di esso a seguito di una valutazione comparativa di tipo tecnico ed economico tra alcune soluzioni disponibili sul mercato – spiega – affinché l’acquisto di nuove licenze d’uso fosse subordinata all’accertata impossibilità di accedere a soluzioni già disponibili all’interno della Pubblica amministrazione o a software liberi o a codici sorgenti aperto”. “A livello regionale non sembra attuata la disciplina in tema di riutilizzo di software – sottolinea – e in particolare sul portale web della Regione Campania vi è una pagina denominata ‘Bacheca del riuso’, che, però, è priva di contenuti così come l’elenco dei progetti presenti nella Bacheca del Riuso sul portale istituzionale della Regione risulta aggiornato al 2010”. “Ho presentato richiesta di audizione in Commissione Sburocratizzazione per capire qual è lo stato dei lavori in materia di digitalizzazione della Pubblica amministrazione regionale – aggiunge – e ho presentato un’interrogazione per sapere quali software vengono impiegati nelle amministrazioni regionali e qual è il costo degli stessi, quali provvedimenti saranno adottati per garantire il riutilizzo dei software, in conformità a quanto previsto dal Codice dell’amministrazione digitale e quali provvedimenti intende adottare al fine di garantire l’operatività della ‘Bacheca del riuso’ sul portale regionale”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print