Politica

Campania, Ambiente. Saiello (M5S): “Bonifica Agrimonda grazie a noi partono i lavori di bonifica”

 

Napoli, 4 Luglio – “Dopo 22 anni di vergognoso immobilismo, sono finalmente partiti i lavori di bonifica di Agrimonda ex deposito di fitofarmaci incendiatosi nel 1995 a Mariglianella”. E’ quanto afferma il consigliere regionale del M5S Gennaro Saiello, che aggiunge: “per sbloccare questa epopea è stato determinante il lavoro da pungolo che negli ultimi anni abbiamo messo in atto nelle Istituzioni a qualsiasi livello, nel Comune, in Parlamento ma soprattutto in Regione Campania dove si è giocata, anche per questioni di competenza, una partita fondamentale”.

“Da quando siamo entrati in Regione – sottolinea il consigliere Saiello – abbiamo fatto partire una vera e propria azione di fiato sul collo sulla Giunta regionale affinché si sbloccasse la palude burocratica e politica che in Regione Campania da oltre 22 anni teneva impantanato il problema. Sono numerose, infatti, le richieste e i solleciti che abbiamo depositato, richieste di accesso agli atti, interrogazioni consiliari, fino a portare il problema direttamente in Aula nella seduta del 23 gennaio 2017 del Question Time, in cui – ricorda Saiello – ‘strappavo’ ufficialmente alla giunta, in particolare all’assessore competente, l’impegno di intervenire in tempi certi e celeri per tutelare la salute dei nostri concittadini”.

“In quell’occasione fu confortante la risposta dell’assessore e il 21 giugno 2017 sul Burc regionale veniva ufficializzata finalmente la consegna dei lavori e il cronoprogramma per la bonifica. È un grandissimo risultato che rimarca l’importanza e la concretezza del M5S all’interno delle istituzioni – rimarca il consigliere pentastellato – che racconta: “avevo solo 12 anni, quando si consumava sul territorio in cui vivo l’ennesimo scempio ambientale. Il tutto fu coperto con un telone. Un periodo lunghissimo, tante le amministrazioni di destra e di sinistra, locali e regionali che si sono susseguite. Abbiamo in questi anni assistito a tanti proclami, a tante chiacchiere ma a pochi fatti concreti.

 Oggi finalmente si chiude una triste pagina di ventidue anni di vergogna consumati sulla pelle e sulla salute di migliaia di cittadini che vivono sul territorio agro-nolano. A vincere è la salute dei cittadini e la salubrità del nostro territorio – conclude Saiello – ora , con la stessa attenzione, monitoreremo il rispetto dei termini previsti dal cronoprogramma”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa