Cronaca

Camorra, omicidio Esposito: presi dopo sedici anni

Castello di Cisterna, 21 Novembre – I carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno eseguito le ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di Ferdinando Autore e Luigi Armando Casadei, per un omicidio di camorra avvenuto circa sedici anni fa. Entrambi sono già stati condannati con sentenza passata in giudicato per la loro appartenenza al clan Mazzarella, attivo nel Nolano ed in particolare su Marigliano.

Il primo è ritenuto il mandante, il secondo l’esecutore dell’omicidio di Antonio Esposito detto “‘o pelè”, avvenuto il 26 agosto 2003. I killer tesero una trappola alla vittima invitandola ad un incontro chiarificatore. Esposito, però, prima di andare, si fermò in un autolavaggio di Marigliano dove gli assassini lo raggiunsero a bordo di uno scooter e lo colpirono mortalmente e ferirono anche un’altra persona. Il movente sarebbe nello scontro fra i clan Mazzarella e Ianuale da una parte ed il clan Capasso dall’altra che si contendevano Marigliano e Castello di Cisterna.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa