�
Cronaca

Camorra: favori al clan dei casalesi 9 arresti – Video

Indagato il presidente del Pd campano Graziano. In manette ex sindaco Santa Maria Capua Vetere. Coinvolti funzionari comunali, imprenditori, professionisti e faccendieri.

Arresti a Santa Maria Capua Vetere, le accuse sono: corruzione, turbativa d’asta e favoreggiamento al clan dei casalesi. Le ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite dal Nucleo regionale di polizia tributaria della Guardia di finanza e dai carabinieri del nucleo investigativo di Caserta. perquisita le abitazioni e l’ufficio del presidente del Pd campano Stefano Graziano destinatario di un decreto di perquisizione dove è ipotizzato il reato di concorso esterno in associazione camorristica: perquisite le sue abitazioni di Roma e di Teverola, provincia di Caserta, e il suo ufficio di consigliere regionale al Centro direzionale di Napoli. L’ipotesi che ha indotto gli inquirenti a effettuare le perquisizioni nei confronti di Graziano, è che l’esponente politico abbia chiesto e ottenuto appoggi elettorali in riferimento alle ultime consultazioni per l’elezione del Consiglio regionale della Campania, ponendosi come punto di riferimento politico e amministrativo del clan Zagaria. In carcere è finito anche l’ex sindaco del Comune del Casertano, Biagio Di Muro. Tradizioni di famiglia: suo padre fu condannato per tangenti e gli fu confiscato lo storico palazzo Teti Maffuccini, e proprio intorno al restauro di quel palazzo, si scopre il giro di mazzette che travolge suo figlio. È grave che nel capo di imputazione di uno degli arrestati, Alessandro Zagaria (omonimo della famiglia camorrista) si faccia riferimento ad altre amministrazioni comunali ed altri sindaci da corrompere. Gli altri sette indagati tra funzionari comunali e professionisti sono agli arresti domiciliari.

[iframe width=”320″ height=”215″ src=”https://www.youtube.com/embed/9qP8wOgb5pU” frameborder=”0″ allowfullscreen ]

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print