Sports

Calcio Napoli, ADL prepara la rivoluzione: 5 azzurri pronti a dire addio

Napoli, 17 Novembre – Venti di rivoluzione in casa Napoli. Dopo l’imbarazzante ammutinamento dei calciatori azzurri, il presidente De Laurentiis, fa il punto della situazione insieme agli altri dirigenti, e sembra del tutto concreta, alla luce della prossima sezione di mercato invernale, l’ipotesi di una inaspettata rivoluzione.

Si parte dalla questione allenatore: se non si arriverà agli ottavi di Champions, la permanenza di Ancelotti sulla panchina del Napoli potrebbe essere davvero messa in discussione.

Se la classifica, in questo momento della stagione, è senza dubbio deludente, le responsabilità, come è ovvio, non possono essere imputate solo al tecnico azzurro, ma sono da spartire con tutti gli altri componenti di una rosa che non ha mantenute le aspettative sbandierate ai quattro venti nel ritiro di Dimaro.

Stando, dunque, alle ultime indiscrezioni di mercato, a gennaio ci saranno almeno cinque leader partenopei che potrebbero finire sulla lista degli addii.

Partiamo da Callejon. Fino a qualche tempo fa, calciatore intoccabile. Oggi invece il suo addio è molto più probabile di ciò che possa sembrare. Mertens. Sono diversi i club, anche italiani, che farebbero carte false per avere il belga. In primis il ds nerazzurro Marotta che lo ha iscritto nella lista della spesa, con il placet di mister Conte. Ma a quanto sembra, il Napoli farà comunque un tentativo per trattenerlo. Koulibaly. Dovessero arrivare offerte folli per il sontuoso difensore centrale, la società partenopea non ci penserà due volte a cederlo. Riguardo al sostituto si pensa già a Romagnoli.

Allan. Il rapporto tra il calciatore brasiliano e la società azzurra sembra esserci irrimediabilmente deteriorato, l’addio è quasi inevitabile. Insigne. La bomba ammutinamento ha scalfito le certezze del presidente De Laurentiis. Anche capitan Insigne, rivitalizzato in azzurro nazionale, finisce nella lista dei probabili partenti. Intanto il potente Raiola sembra che stia per chiedere alla società un rinnovo con adeguamento al rialzo. La società partenopea, invece, vorrebbe proporglielo al ribasso. La situazione si fa decisamente delicata in casa Napoli.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa