Comunicati

Caivano, il programma Spes fa tappa in città: visite mediche gratuite nella parrocchia di San Pietro

Il programma “Spes” fa tappa in città su iniziativa dell’associazione Sveglia Caivano

Caivano, 15 settembre 2016 – Visite mediche gratuite e prelievi ematici per verificare concretamente e scientificamente, l’effetto dell’inquinamento ambientale sulla salute umana. “Spes”, progetto relativo allo “Studio di esposizione nella popolazione suscettibile”, fa tappa a Caivano su iniziativa dell’associazione Sveglia Caivano che ha aderito al monitoraggio di ricerca promosso da Regione Campania, Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno,  dall’Istituto nazionale tumori – Fondazione Pascale, e dall’università Federico II. Il presidio sarà allestito domenica prossima, 18 settembre dalle 9.00 alle 13.00 presso i locali della parrocchia di San Pietro a Caivano. A disposizione di quanti vorranno partecipare ci saranno medici specializzati che effettueranno visite gratuite, sottoponendo ai volontari un questionario circa le abitudini alimentari e lo stile di vita. L’obiettivo è quello di individuare un campione di persone a cui sarà, in un secondo momento, chiesto un prelievo ematico. All’invito di Sveglia Caivano hanno aderito anche le associazioni “Comitato storico”, “Cai  vano Soccorso”, “Diritti sociali”, Giovanidee, Giovani democratici.

 I dati e i risultati raccolti saranno confrontati con altri provenienti da altre zone della Campania e costituiranno la piattaforma scientifica per evidenziare in maniera obiettiva ed in che misura l’inquinamento incida sulla salute umana soprattutto nell’area della così detta “Terra dei fuochi”, favorendo in questo modo azioni mirate di salvaguardia. Complessivamente saranno coinvolte circa 4mila persone.

“Abbiamo recepito immediatamente le sollecitazioni del commissario Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dottor Antonio Limone – afferma il fondatore di Sveglia Caivano, Nino Navas – riteniamo che sia necessario fare piena chiarezza sul rapporto tra inquinamento e salute umana, sulla base però di dati scientifici, i soli che possono concretamente aiutare a costruire un’ efficace azione di tutela. Proprio per questo ci siamo resi disponibili a collaborare per organizzare anche altri incontri in altri comuni della Campania “. A dare fattiva disponibilità al progetto è stato anche il parroco della chiesa di San Pietro i cui locali ospiteranno gli stand di Spes. “Abbiamo raccolta a pieno l’invito di Sveglia Caivano – afferma Don Peppino – tutto quanto si fa per il bene e per la salute della comunità va sostenuto concretamente“. Positivo il giudizio di Giuseppe Celiento, responsabile della sezione locale della ‘Lega italiana lotta ai tumori’ che ha aderito all’iniziativa. “Si tratta di un progetto utile così come quelli che si sono svolti in passato – afferma Celiento – l’obiettivo finale, lo sostengo da tempo, è quello di giungere al registro dei tumori che in Campania ha serie difficoltà a partire“.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print