Comuni

Brusciano, Raccolta di firme UIL-UILA per due proposte di legge di iniziativa popolare su NASpI, APE Sociale e Genitorialità

Brusciano, 28 Novembre – A Brusciano, dopo quelle del 19 e del 26 novembre, le domeniche di tutto il mese di dicembre vedranno l’effettuazione della raccolta delle firme per la presentazione di due proposte di leggi di iniziativa popolare su NASpI, APE sociale e Genitorialità da parte della Uil-Uila.

 

E’ stato nello scorso mese di settembre che Carmelo Barbagallo, Segretario Generale della Uil, e Stefano Mantegazza, Segretario Generale della Uila, hanno depositato  la richiesta per avviare una raccolta di firme da destinare alla presentazione di due proposte di legge di iniziativa popolare tese ad ampliare i beneficiari di Naspi e dell’Ape Sociale.

In conseguenza di ciò anche la Campania, dove la UIL ha il suo riconosciuto leader in Giovanni Sgambati, si è attivata per la raccolta firme. A Brusciano, in provincia di Napoli, per questa iniziativa si sta impegnando, nella domenicale installazione del gazebo e del banchetto, per la ricezione delle firme dei cittadini, in Piazzetta San Sebastiano sulla centralissima via Cucca, il commercialista dott. Mimmo Piccolo, Responsabile Territoriale Uil.

 

Dunque sono due le proposte di legge che si vorrannopresentare. La prima proposta prevede la retribuzione del 100% alle lavoratrici per tutto il periodo di congedo di maternità obbligatorio e, al rientro, potranno accedere al tempo parziale fino al compimento del primo anno di età del loro bambino, con integrazione della retribuzione al 100% da parte dell’Inps. Per i primi mesi di vita del bambino lo stesso padre lavoratore avrà 30 giorni di permesso retribuito obbligatorio  Per entrambi i genitori è prevista la possibilità di utilizzare, al 50% anziché al 30%, il congedo parentale retribuito.

 

Nelle intenzioni della ULI, con la seconda proposta si intendono migliorare alcune norme che riguardano la Naspi. Questa misura a sostegno dei disoccupati prevede la non riduzione nel tempo e l’assenza di penalizzazioni ai fini pensionistici.

Per l’Ape sociale si vuole l‘estensione anche a lavoratori stagionali, operai agricoli e lavoratori della pesca, con 20 anni di contributi sufficienti all’accesso.

Il volantino diffuso per sensibilizzare la cittadinanza chiede “Due firme per fare bene al mio Paese, costruendo un ponte tra il lavoro e la pensione”.

 

Il sociologo Antonio Castaldo ha rilevato “il positivo riscontro territoriale nella provincia interna di Napoli dove si promuovono momenti di diffusione conoscitiva dell’iniziativa Uila. Gli apprezzamenti vanno al curatore locale, Mimmo Piccolo, ed ai numerosi cittadini di Brusciano che nel rispondere positivamente alla raccolta firme riconfermano l’antica storia di impegno sociale, sindacale e politico per l’emancipazione della donna e per i diritti dei lavoratori”.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa