Comuni

Brusciano, il gradito ritorno della Questua del Giglio Lavoratori per la 144esima Festa dei Gigli

Brusciano, 14 Maggio –  Il “Giglio dei Lavoratori”, anno di nascita 1973, ritorna nella Festa dei Gigli di Brusciano. Con la giornata della Questua, sabato 11 maggio 2019, l’associazione giallo-rossa ha ufficializzato la partecipazione alla 144esima edizione della Festa dei Gigli che a Brusciano è dedicata al Sant’Antonio di Padova dal 1875.

Nella folta banda musicale, diretta dai Fratelli Vitale, composta da valenti musicisti dell’Agro Bruscianese-Nolano, fra gli oltre 40 elementi, si notavano quelli locali che erano il chitarrista Enzo Di Monda, compagno di mille avventure musicali, dalle prime sperimentazioni giovanili ad oggi, del Maestro Tonino Giannino; il sassofonista Stefano Salvadore che vanta attente rivisitazioni del folklore, dei canti popolari e delle tammurriate del Vesuviano; il trombettista Felice Tarantino ed il giovanissimo sassofonista, Giuseppe D’Amore, espressione della nascente, pacifica e unitaria, cultura planetaria. Mentre dal versante poetico e musicale al servizio delle canzoni si apprezzavano le firme, fra le altre, di Gennaro Ronda, Luigi Nappo e Michele Saccone figlio d’arte del noto Maestro, Maurizio Saccone, entrambi sassofonisti.

Il leader storico della compagine gialo-rossa, Stefano De Falco, ha dichiarato: “Stiamo cercando, attraverso mio nipote Vittorio Angelillo, di riportare la Festa dei Gigli di Brusciano, iniziando dalle canzoni e dalle musiche, alla vera antica radice popolare di un sereno divertimento per tutto il paese, nel segno della rispettosa devozione popolare per Sant’Antonio di Padova in onore del quale ritorniamo a cullare il Giglio dei Lavoratori”.

Il Passaggio della Bandiera del Giglio dei Lavoratori in Via Semmola è stato ripreso e postato sul web dal sociologo e giornalista Antonio Castaldo per IESUS, Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=y4lkY_bCTr4&feature=youtu.be .

L’Organigramma del Giglio dei Lavoratori, così come è presentato da Maria Angelillo, comprende: Presidenti, Stefano De Falco e Vittorio Angelillo; Presidente Onorario, Lorenzo Giannino; Padrino, Giovanni Russo; Progettista, Filippo Di Pietrantonio; Tema  della veste “Pellegrinaggio a Castelpetroso“; Team Costruttore dell’obelisco, Bottega d’Arte del bruscianese Antonio Toppi, “O’ Pracetell”; Paranza Nolana “L’Impero”; Divisione Musicale dei Fratelli Vitale e del Maestro Tonino Giannino; Cantanti, Ciro Scafuro, Teodoro Liberti, Luca Mascolo, con la partecipazione straordinaria di Angelo De Stefano e Feliciano Natalizio; Impianto Audio di Francesco Irollo; Canzoni: “Passione” di Nicola e Felice Natalizio; per l’Alzata, “Da dove eravamo rimasti”,  di Gennaro Ronda, Luigi Nappo e Michele Saccone, F.lli Vitale; per la Girata, “Ancora tu, Veronica” dei F.lli Vitale, G. Ronda e L. Nappo; ed ancora “Incontrastabile” sempre dei F.lli Vitale, G. Ronda e L. Nappo; infine “Al cuore” dei F.lli Vitale e A. Della Pia. Le canzoni sono state eseguite dopo “Il Piave” alla Memoria dei Caduti in Guerra e dopo “Il Silenzio” in omaggio alla Memoria dei defunti privati. L’esecuzione della canzone per l’Alzata è stata ripresa e postata sul web dal sociologo e giornalista Antonio Castaldo per IESUS, Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=d4moGJr5U6Y&feature=youtu.be

Nel corso della sfilata pubblica della Bandiera del Giglio dei Lavoratori per la Questua 2019 oltre agli applausi ci sono stati i banchetti, pasticcini e brindisi augurali da parte delle altre Associazioni dei Gigli.

Era presente alla cerimonia Nicola Di Maio, componente dell’Ente Festa dei Gigli del Comune di Brusciano retto dal Sindaco Avv. Giuseppe Montanile.

Il sociologo e giornalista, Antonio Castaldo, chiamato ad introdurre la cerimonia pubblica ha ricordato la storia “della Festa dei Gigli di Brusciano che nasce nel 1875 come ringraziamento per il miracolo di Sant’Antonio di Padova del 13 giugno di quell’anno in Vico Tre Santi oggi Via Cavalcanti. A questa storia ritorna a dare il suo onorevole contributo il “Giglio dei Lavoratori”, fondato nel 1973, con la guida di sempre, Stefano De Falco, “O’ Pustino”, con la veste dell’obelisco progettata dalla sapiente mano di Filippo di Pietrantonio, e con il tocco musicale, di 50 anni di fulgida attività, del Maestro Tonino Giannino, e con una paranza proveniente da Nola, il luogo ultramillenario della scaturigine della Festa dei Gigli in Campania”. Lo stesso ha ripreso e postato sul web, per IESUS, il contributo artistico del Maestro Tonino Giannino, all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=Xy4oZJQSH_k&feature=youtu.be

Il rivestimento del Giglio dei lavoratori, su progetto di Filippo di Pietrantonio, è ispirato al Santuario di Maria Santissima Addolorata, maestoso edificio molisano, in Castelpetroso, Isernia, riconosciuto Basilica minore con la visita di Papa Francesco nel luglio 2014.

La Festa dei Gigli di Brusciano, 144esima edizione si terrà nel mese di agosto 2019, da Mercoledì 21 a Martedì 27, con la centrale “Ballata dei Gigli in Onore si Sant’Antonio di Padova” di Domenica 25 Agosto 2019.

A partecipare saranno 5 Associazioni, Comitati e rispettivi Gigli: Croce, Gioventù 1985, Lavoratori, Ortolano 1875 e Passo Veloce 1978. Si ringrazia, per la gentile ospitalità sempre assicurata sul proprio balcone, la famiglia Coone Zito, per la disponibilità del punto di ripresa fotografica e videografica di questo e di similari altri eventi della Festa dei Gigli di Brusciano.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print