Comunicati

Brusciano, Gruppo Consiliare di minoranza:”Garanzia per tutti nella Festa dei Gigli”

Brusciano, 9 Novembre – La Commissione disciplinare prevista dal vigente regolamento comunale è competente per l’accertamento delle violazioni dello stesso regolamento e per “l’irrogazione delle sanzioni”.

Essa rientra nella categoria dei c.d. Organi di garanzia e come tale, deve collocarsi in una situazione di ampia equidistanza tra le forze di maggioranza e quelle di minoranza presenti nel Consiglio comunale.

La normativa che attualmente disciplina la composizione della commissione di disciplina non garantisce la predetta equidistanza ed è manifestamente distonica rispetto alla sua natura ed alla sua competenza.

Tale normativa non prevede una riserva di componenti a favore della minoranza consiliare ma concentra tutto nelle mani della maggioranza.

Infatti la composizione della commissione di disciplina si articola nel seguente modo:

  1. A) quattro componenti nominati dal Consiglio Comunale;
  2. B) Presidente e Direttore amministrativo nominati entrambi dal Sindaco;
  3. C) Sindaco;
  4. D) Comandante della Polizia Municipale;
  5. E) responsabile dell’ufficio sport cultura e spettacolo.

La posizione egemonica del Sindaco risulta provata sia dalla mancata previsione di una quota di componenti alla minoranza consiliare sia dalla presenza nella commissione disciplinare di tre figure tutte riconducibili al Sindaco ossia il Sindaco personalmente, al Presidente della commissione disciplinare ed al Direttore Amministrativo entrambi nominati dal Sindaco.

Nella seduta del 3 novembre la minoranza presente, nella persona del suo capogruppo, ha messo in evidenza la necessità di modificare la normativa attualmente vigente, che deve essere resa coerente ai principi di autonomia ed indipendenza tipici dei c.d. Organi di garanzia.

Sembra opportuno anche in una ottica di valorizzazione dell’Ente Festa che il Presidente della commissione venga nominato non dal Sindaco che già nomina con suo atto insindacabile il Direttore Amministrativo ma dallo stesso Ente Festa nell’ambito dei suoi componenti.

È discutibile la partecipazione alla commissione (che deve applicare le sanzioni) sia del Sindaco quale Presidente Onorario dell’ente festa sia del Comandante della Polizia Municipale, atteso che quest’ultimo istituzionalmente svolga atti di indagine i cui risultati devono essere valutati dalla commissione di disciplina.

Per evitare equivoci,  la richiesta di modificazione regolamentare sopra esposta, non limita in alcun modo ne’ la stima ne’ la fiducia che vengono nutrite in misura incondizionata nei confronti di tutte le persone che compongono la commissione disciplinare e che sono state elette e nominate in conformità alla vigente normativa.

La predetta richiesta ha un solo scopo: dotare il Comune di Brusciano di un regolamento bilanciato e rispettoso di tutte quelle garanzie dovute a chi sia privato della libertà di agire in quanto sottoposto ad un procedimento sanzionatorio della Pubblica Autorità.

Tali garanzie, essendo patrimonio irrinunciabile dell’Uomo, non devono essere svilite, sminuite e svalorizzate dalle “logiche numeriche” che, di fatto, orientano ed inevitabilmente influenzano i rapporti interni al Consiglio comunale.

MIR ORGOGLIO CAMPANO
LA CITTA’ CHE VOGLIAMO
RINASCIMENTO BRUSCIANESE
PRIMA BRUSCIANO
FORZA BRUSCIANO
BRUSCIANO LIBERA
INSIEME PER BRUSCIANO

image_pdfimage_print