Comuni

Brusciano, Festa dei Gigli 2018: Innalzamento Borda Giglio Ortolano

Brusciano, 17 Agosto – A Brusciano, 16 agosto 2018, l’Associazione Giglio Ortolano ha iniziato la costruzione del proprio obelisco, per la 143esima Festa dei Gigli in Onore di Sant’Antonio di Padova, con l’Alzata della Borda, per essere attivamente presente, come sin dalle origini nella “Ballata dei Gigli di Brusciano” che si tiene nell’ultima domenica di agosto di ogni anno. Il momento dell’innalzamento della Borda è nelle immagini riprese dal sociologo Antonio Castaldo per IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali è stato postato su YouTube https://www.youtube.com/watch?v=TgCqJry6RYk

 

Lo staff organizzativo tecnico ed artistico così si presenta per la Festa dei Gigli 2018: il Presidente dell’Associazione “Giglio ortolano 1875”, Luigi Monda e Famiglia; la  Madrina Daniela Forino; alla Presidenza dei Festeggiamenti, Maria Ruggiero con Rosita Ruggiero; i Componenti della Società Giglistica biancorossa, Luigi D’Amato e Famiglia; Pasquale Terracciano; Antonio Sposito; Salvatore Travaglino; Antonio Altruda; Antonio Borrelli; Mirco Di Maio; Pietro Di Franco; Francesco Mocerino; Antonio Ruggiero; Luigi Monda; Salvatore Iannelli, Avv. Angelo Di Palma; il Comandante del Giglio è Luigi Monda ed il suo Vice è Antonio Marano; Il Giglio sarà portato in processione dalla “Paranza Volontari”; Il progetto “L’Anima della Festa” è del raffinato scenografo Pasquale Terracciano, un vanto artistico della Festa dei Gigli a Brusciano; Divisione musicale della Manco’s Band diretta dal Maestro barrese Franco Manco che festeggia un Decennio di connubio artistico 2008-2018 con quella di quest’anno che è l’undicesima festa biancorossa, un successo senza soluzione di continuità; la canzone per l’Alzata, “Amica Mia”, scritta dal nolano Pasquale Viviani, musica di Franco Manco, e cantata da Salvatore Minieri e Luigi Abate, e quella per la Girata, scritta dal Gruppo Volontari come omaggio all’antica appartenenza che attraversa generazioni di bruscianesi nella quarantennale storia di una Paranza fondata dall’indimenticabile Fiore D’Amato detto Sciurillo. Costruttori del Gruppo NAL e service audio di Raffaele Lieto.

L’Associazione non profit “Giglio Ortolano 1875” nella serata di martedì 21 agosto, alle ore 21.00 nei pressi della sua sede sociale e della storica postazione dell’obelisco, nel trivio Padula-Semmola-Bruno, autocelebrato come “Piazza Vittoria” in omaggio ai fasti giglistici accumulatisi negli anni e nella memoria popolare, presenterà in concerto il rinomato Ivan Granatino.

Il sociologo Antonio Castaldo esprime apprezzamenti per questa scelta fatta sapientemente dal team dell’ortolano che coglie «la presenza innovativa nel panorama artistico italiano di Ivan Granatino, scheggia pendolare dal rap alla dance music, dal r&b al rock, figlio d’arte di interprete della canzone classica napoletana e forgiatosi in vari anni di attività trascorsi con il cantante e produttore Franco Ricciardi. Nel suo ultimo video “Vitamì-Vita Mia” si compiace del ribaltamento dello stereotipo femminile laddove presenta una donna, interpretata da Elvira Carpentieri, che sfida e vince sul ring un uomo, ma senza scontare maschili rancori, mentre pur nella rimozione della folta chioma femminile, lei conserva intatto il suo potere ammaliante fino a ritrovarsi all’altare con il proprio arreso innamorato per la classica cerimonia nuziale e poi nel banchetto con la comunità di amici, artisti ed atleti, in un dismesso locale di periferia della Napoli del Terzo Millennio. Dal 2014 fattosi apprezzare in Rai Due dagli intenditori e dal grande pubblico, nel programma “The Voice of Italy”, il cantante casertano ormai è lanciatissimo nella sua carriera. Il già citato ultimo suo video “Vitamì” postato su Youtube il 27 luglio scorso, in appena 20 giorni ha superato le 330mila visualizzazioni, ora in rapido aumento».

Ivan Granatino – Vitamì; Autori, G. Granatino, S. Viola e Pasquale Granatino; Beat Prod, Massimo D’ambra, Napule Allucca 2018; Regia di Luciano Filangieri. https://www.youtube.com/watch?v=HS2rn-rk8GI .

image_pdfimage_print

Sociologo e giornalista

“Pensare, Scrivere, Partecipare nella Libertà con Responsabilità”