Brusciano, Ballottaggio. Candidato a sindaco Montanile: “Appello alla responsabilità di tutti per la rinascita della città”

Brusciano, 17 Giugno – “Entusiasmo, voglia di riscatto e condivisione continuano ad essere i tratti caratterizzanti della nostra campagna elettorale, cercheremo di contagiare e contattare tutti per fare in modo che il 24 giugno Brusciano possa essere amministrata da bruscianesi che hanno a cuore le sorti della città e delle famiglie che qui vivono”. E’ un fiume in piena il candidato sindaco della “Politica per Bene”, Giuseppe Montanile, che con queste parole ha aperto la manifestazione di ieri tenutasi presso il comitato elettorale di via Cucca.
“Il mio appello in questo momento si rivolge anche al Movimento Cinque Stelle ed alla colazione del Pd, con i rispettivi candidati sindaci – ha dichiarato Montanile – queste elezioni stanno fornendo a tutti un’occasione concreta per voltare realmente pagina: dobbiamo saper approfittare degli undici punti percentuali di vantaggio che gli elettori ci hanno dato per spazzare via il passato. La nostra coalizione ha già stretto un patto, che si fonda sulle nostre idee di sviluppo per Brusciano: adesso bisogna agire in maniera concreta per dare una nuova amministrazione a questo territorio, perché è questo che ci chiedono i cittadini. Bisogna aprire gli spazi pubblici destinati ai ragazzi, recuperare tutte le strutture sportive finite colpevolmente in uno stato di abbandono e degrado totale, dobbiamo dare assistenza reale alle famiglie in difficoltà, creare opportunità concrete per i nostri giovani in fuga. Dobbiamo occuparci subito della questione ambientale e dobbiamo agire a tutela della nostra terra e dei nostri cittadini. Solo chi vive a Brusciano ed ha a cuore la sorte dei cittadini può  dare voce alla voglia di riscatto che si respira”.
Montanile, stretto dall’entusiasmo dei suoi candidati e sostenitori, ha rigettato tutte le accuse che attraverso i social sono state rivolte alla sua coalizione: “Chi continua a seminare odio non ha ancora compreso che il tempo di queste meschinità è finito. La gente è stufa, vuole capire come mai Brusciano è ridotta in questo stato e chiede a gran voce riscatto. Non risponderemo a quest’odio, non ci faremo trascinare da questi toni violenti praticati da chi ancora non ha capito che a noi interessa solo il bene per  Brusciano. Vogliamo dimostrare che le nostre idee sono quelle giuste per la città, lasciamo la violenza e le bugie a chi non ha null’altro da dire”.