Cronaca

Borriello indagato per abuso d’ufficio e falso in atto pubblico

Terremoto nella giunta De Magistrati. Ciro Borriello, assessore uscente e nella lista dei riconfermati è indagato con l’accusa di abuso d’ufficio e falso in atto pubblico. Ciro Borriello nella Giunta in scadenza ha la delega allo Sport, al Decoro urbano e allo Sviluppo delle aree degradate; con lui sono indagate altre sette persone, sei delle quali in forza al servizio edilizia privata del Comune di Napoli. La vicenda riguarda un presunto abuso edilizio nel cuore di Chiaia, in via Bisignano 24. Secondo l’accusa, in cima al bel palazzo sarebbero state realizzate opere in «sopraelevazione sul lastrico solare», la difesa sostiene, invece, che si tratta semplicemente di operazioni di «recupero abitativo dei sottotetti» consentite da una legge regionale varata nel 2000.

Sulla vicenda deciderà il tribunale che, per adesso, ha confermato il sequestro effettuato dalla polizia municipale e ha iscritto otto persone al registro degli. Ciro Borriello è indagato perché in qualità di progettista e tecnico incaricato, ha firmato una istanza di accertamento di conformità per “opere di restauro e di risanamento conservativo volte al frazionamento dell’originaria unità immobiliare in due distinte abitazioni…”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa