Comuni

Bomba devasta un pub a Torre del Greco, i cittadini si stringono intorno ai gestori

Borrelli e Simioli: “Napoli e provincia investite da un’ondata criminale, servono rinforzi. La solidarietà dei residenti è un segnale positivo”.

 

Napoli, 12 Marzo – “La deflagrazione di un ordigno ha devastato il ‘Red Hot Tower’, un pub di Torre del Greco. Si tratta dell’ennesimo capitolo dell’ondata criminale che sta investendo Napoli e provincia. Stavolta però abbiamo assistito ad un segnale positivo. I residenti si sono legati sul posto per esprimere solidarietà ai gestori, affollando l’ingresso del locale. Un gesto simbolico che però ha grande valenza e simboleggia la distanza delle persone perbene dai delinquenti”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “Da tempo denunciamo l’iperbole criminale che investendo il comprensorio partenopeo. Un fenomeno trasversale sul piano geografico che interessa l’intera provincia. A farne le spese sono le persone perbene. In particolar modo gli imprenditori che devono fare i conti con gli attentati della malavita, legati alle richieste del racket. La recrudescenza delinquenziale a cui stiamo assistendo può essere contrastata solo con una risposta forte dello Stato. Il ministro dell’Interno Salvini ha promesso l’invio di nuove unità a Napoli. Lo invitiamo a tenere fede a quanto affermato. Oggi più che mai c’è bisogno della massima presenza possibile delle forze dell’ordine per contrastare una camorra che è tornata a rialzare la testa”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print