Comuni

Battipaglia, “Asperger: conoscerli per riconoscerli” all’Istituto Comprensivo “G. Marconi”

Battipaglia, 4 Giugno – Asperger, alto funzionamento ed il variegato mondo dell’autismo. Se ne parla come associazione O.I.S.M.A. (Osservatorio Italiano Studio e Monitoraggio Autismo), organizzazione che nasce con l’intento di rilanciare nel discorso politico e sociale una tipologia di ricerca vicina ai bisogni dei soggetti autistici e delle loro famiglie. Troppo “normali” per rientrare nell’autismo “classico”, troppo bizzarri per essere “normali”. Ma allora quando parliamo di Asperger e di autismo ad alto funzionamento, di chi parliamo?

Sebbene l’autismo sia una condizione in crescita, la sindrome di Asperger e l’autismo ad alto funzionamento sono condizioni più difficilmente riconoscibili e spesso confuse con altre, producendo maggiore malessere nei minori e nelle loro famiglie. Ma allora chi sono questi Asperger? E gli alti funzionamenti? Potremmo definire queste personalità come appartenenti alla neurodiversità e , molte volte, caratterizzate da talenti o modalità di pensiero che li rendono unici. Ma come riuscire ad effettuare quella famosa diagnosi precoce in così così al limite?

E Se un genitore ha un sospetto che può fare? In questo incontro si proverà a rispondere a questi ed altri quesiti tramite le voci e le testimonianze di chi lavora o è genitore di questi ragazzi. Una Riflessione e Discussione a più voci che si terrà l’8 giugno alle 17 a Battipaglia in provincia di Salerno presso l’istituto comprensivo “Marconi”, da sempre sensibile a queste tematiche.

Introdurrà i lavori la Dottoressa Giacomina Capuano, Dirigente Scolastica dell’ I.C. “G.Marconi” di Battipaglia. Interverranno: la dottoressa Rosaria Ferrara, Dottoranda presso la facoltà di Biologia e Medicina dell’Università di Losanna, con il Prof. F. Ansermet, Direttore del Servizio di Psichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza dell’Ospedale Universitario di Ginevra, e con il Prof. S. Ricci, Direttore dell’unità Operativa Medicina Sociale, “Sapienza” di Roma; Il dottor Roberto Lembo, pediatra di Battipaglia, Annalisa Giancarlo ed Anna Giancarlo che porteranno la loro testimonianza di madre; il dottor Pierdomenico Di Benedetto,presidente dell’ associazione Civica Cittade; la professoressa dell’ I.C. “G.Marconi” di Battipagli Margherita Farabella e l’avvocato Leonardo Iovino che illustrerà le relazioni tra diritto ed autismo.

Le definizioni tecniche non sono mai “calorose”, per cui si potrebbe concludere con questo bel pensiero di Jean-Paul Malfatti: “L’autismo non è una malattia né una scelta, è semplicemente un modo, diciamo, non del tutto ‘convenzionale’ di esprimersi e di porsi con il mondo circostante. Per capirlo basta solo un po’ di pazienza, qualche accorgimento e molto amore verso chi non riesce ad interagire con gli altri in quei soli modi che riteniamo ‘normali’ e comprensibili a tutti.”

image_pdfimage_print

“Quando insegno e quando scrivo seguo sempre le parole che ci ha tramandato il filosofo Abelardo e che mi serviranno anche domani: “La persuasione ha bisogno di catturare gli animi con discorsi ornati, ma all’insegnante si addice la chiarezza. Laddove manchi la ricchezza dei contenuti abbondano le parole. Solo chi ha una logica d’azione resta se stesso, fermo come il sole”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *