Comuni

Battipaglia, “Asperger: conoscerli per riconoscerli” all’Istituto Comprensivo “G. Marconi”

Battipaglia, 4 Giugno – Asperger, alto funzionamento ed il variegato mondo dell’autismo. Se ne parla come associazione O.I.S.M.A. (Osservatorio Italiano Studio e Monitoraggio Autismo), organizzazione che nasce con l’intento di rilanciare nel discorso politico e sociale una tipologia di ricerca vicina ai bisogni dei soggetti autistici e delle loro famiglie. Troppo “normali” per rientrare nell’autismo “classico”, troppo bizzarri per essere “normali”. Ma allora quando parliamo di Asperger e di autismo ad alto funzionamento, di chi parliamo?

Sebbene l’autismo sia una condizione in crescita, la sindrome di Asperger e l’autismo ad alto funzionamento sono condizioni più difficilmente riconoscibili e spesso confuse con altre, producendo maggiore malessere nei minori e nelle loro famiglie. Ma allora chi sono questi Asperger? E gli alti funzionamenti? Potremmo definire queste personalità come appartenenti alla neurodiversità e , molte volte, caratterizzate da talenti o modalità di pensiero che li rendono unici. Ma come riuscire ad effettuare quella famosa diagnosi precoce in così così al limite?

E Se un genitore ha un sospetto che può fare? In questo incontro si proverà a rispondere a questi ed altri quesiti tramite le voci e le testimonianze di chi lavora o è genitore di questi ragazzi. Una Riflessione e Discussione a più voci che si terrà l’8 giugno alle 17 a Battipaglia in provincia di Salerno presso l’istituto comprensivo “Marconi”, da sempre sensibile a queste tematiche.

Introdurrà i lavori la Dottoressa Giacomina Capuano, Dirigente Scolastica dell’ I.C. “G.Marconi” di Battipaglia. Interverranno: la dottoressa Rosaria Ferrara, Dottoranda presso la facoltà di Biologia e Medicina dell’Università di Losanna, con il Prof. F. Ansermet, Direttore del Servizio di Psichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza dell’Ospedale Universitario di Ginevra, e con il Prof. S. Ricci, Direttore dell’unità Operativa Medicina Sociale, “Sapienza” di Roma; Il dottor Roberto Lembo, pediatra di Battipaglia, Annalisa Giancarlo ed Anna Giancarlo che porteranno la loro testimonianza di madre; il dottor Pierdomenico Di Benedetto,presidente dell’ associazione Civica Cittade; la professoressa dell’ I.C. “G.Marconi” di Battipagli Margherita Farabella e l’avvocato Leonardo Iovino che illustrerà le relazioni tra diritto ed autismo.

Le definizioni tecniche non sono mai “calorose”, per cui si potrebbe concludere con questo bel pensiero di Jean-Paul Malfatti: “L’autismo non è una malattia né una scelta, è semplicemente un modo, diciamo, non del tutto ‘convenzionale’ di esprimersi e di porsi con il mondo circostante. Per capirlo basta solo un po’ di pazienza, qualche accorgimento e molto amore verso chi non riesce ad interagire con gli altri in quei soli modi che riteniamo ‘normali’ e comprensibili a tutti.”

image_pdfimage_print