Politica

Autonomie, Paolo Russo (FI): “Se quindi Zaia, Fontana e Bonaccini sono in buona fede si battano con noi su diritti uguali per tutti”

Napoli, 22 Luglio – “Apprezzo che il bravo presidente del Veneto Luca Zaia  non voglia fare la secessione dei ricchi. Per far questo prima della riforma delle autonomie  occorre che siano individuati e definiti i livelli essenziali delle prestazioni  ed i relativi costi standard”: é quanto dichiara il deputato Paolo Russo, vicepresidente della commissione parlamentare sull’attuazione del federalismo fiscale e coordinatore FI della città metropolitana di Napoli.

“Non solo.  É necessario  – aggiunge – che ci sia una automatica  clausola rescissoria di salvaguardia che ogni 5 anni cancelli il processo,  che potrà essere riattivato solo dopo nuove intese tra lo Stato e le regioni.  Infine dovrà esserci perequazione per strade, ferrovie, scuole  e dovrà essere prevista  una sanzione per evitare che la norma della spesa pubblica proporzionata al numero di abitanti venga disattesa”.

“Se i governatori Fontana, Zaia  e Bonaccini sono in buona fede, come io credo,  dovranno  battersi con noi perché l’autonomia differenziata  sia successiva a questi quattro, imprescindibili punti”, conclude Russo.

 

Carmen Fusco

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa